Morta nel lago. Slitta l’autopsia – Si attende l’esito dell’esame per fare chiarezza sul decesso di Patrizia Carducci, trovata senza vita venerdì

Sarà l’autopsia a chiarire sul giallo della morte di Patrizia Carducci, la quarantottenne di Isoletta scomparsa il giorno di Natale e ritrovata la mattina di Santo Stefano all’altezza del ponte Liri. L’esame autoptico si svolgerà presumibilmente tra domani e martedì e, soltanto dopo questa verifica legale da parte dei medici, si avranno delle risposte certe su quanto accaduto. Le indagini intanto sono state affidate alla Compagnia dei carabinieri di Pontecorvo e se ne occuperà direttamente il tenente Vittorio Tommaso De Lisa. Si stanno ricostruendo le ultime ore di vita della donna, si stanno ascoltando tutti i testimoni, tra cui la persona che l’ha accompagnata con l’auto vicino al luogo del ritrovamento, il tutto per avere un quadro preciso e dettagliato sui suoi ultimi movimenti. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, la signora, che viveva con il padre nella piccola frazione d’Isoletta, si era allontanata da casa per una passeggiata. Avrebbe chiesto un breve passaggio in auto ad un conoscente fino alla zona del ponte che attraversa il fiume Liri, nei pressi del lago di San Giovanni Incarico. I familiari non vedendola rientrare hanno allertato i soccorsi. E così dalla caserma dei Carabinieri di San Giovanni Incarico è scattato il piano per avviare le ricerche. Grazie al lavoro ininterrotto delle autorità si è arrivati all’individuazione del corpo della donna, recuperato poi dai sommozzatori, nella circostanza coadiuvati da un elicottero del Centro Aviazione dei Vigili del Fuoco di Ciampino. Dopo il triste riconoscimento da parte dei familiari, la salma è stata trasferita presso l’obitorio dell’ospedale di Frosinone. Ora c’è attesa per l’autopsia. Chiaro che nessuna ipotesi viene esclusa da parte della Procura della Repubblica di Cassino e da parte degli inquirenti. Una vicenda che ha scosso la comunità di Arce e che ora va chiarita in maniera definitiva. Una storia che ha scosso l’opinione pubblica locale. Resta il dolore da parte della famiglia per una storia triste e drammatica. Anche loro attendono l’esito dell’autopsia per avere risposte.

18