Musica per l’Emilia – Con la maratona solidale. Un concerto in favore delle popolazioni colpite dal sisma

ARCE – Un grande concerto per concludere la settimana di solidarietà in favore delle popolazioni dell’Emilia. Un’esibizione musicale in grande stile questa sera in piazza Umberto I ad Arce. I gruppi musicali del paese si sono uniti in una performance che dalle 18.30 accompagnerà la maratona per la raccolta fondi promossa dal locale Comitato Pro Terremotati con il patrocinio delle amministrazioni comunali di Arce, Colfelice e Roccadarce e della Parrocchia dei santi apostoli Pietro e Paolo.
Domenica scorsa la banda cittadina e la pesca di beneficenza hanno fatto registrate una massiccia partecipazione degli arcesi «L’adesione dei commercianti e dei semplici cittadini – ci hanno detto gli organizzatori – è stata commovente, ciascuno si è impegnato a dare tutto quel che poteva nei vari momenti della pesca dimostrando di aver compreso appieno lo spirito della manifestazione».
Questa sera, dalle 18.30 fino a tarda notte, è previsto l’appuntamento più atteso con il “concertone” di “Arce con il Cuore”, titolo dell’iniziativa. I primi a salire sul palco di piazza Umberto saranno due gruppi giovanissimi, gli “Stone in Office” e i “Midnight Special” che esploreranno rispettivamente le sonorità alternative rock e il genere country-rock-blues. Si passerà poi al gruppo di musica popolare cassinate “Band’Accussì” e alla “Scuola di Musica Famous”, diretta dalla professoressa Anna Maria Di Mezza, che parteciperà con le sue voci migliori. A seguire si esibiranno gli “Zampognari Arcesi”, il “Piccolo Laboratorio Popolare”, gli “Ancalo’” al loro esordio e “I Dissonanti”.  L’intero evento sarà coordinato dalla voce di Massimo Marzilli, speaker di Radio Cassino Stereo, la radio ufficiale che realizzerà dei collegamenti in diretta durante la manifestazione. Tra un’esibizione e l’altra ci sarà spazio anche per la poesia con lo scrittore arcese Massimo De Santis che declamerà alcuni dei suoi componimenti più apprezzati. A partire dalle 20.30, poi, sarà attivo lo stand gastronomico realizzato dall’associazione Nuovi Segnali in collaborazione con numerosi ristoratori di Arce e Roccadarce che con le loro donazioni contribuiranno alla raccolta fondi. L’intero ricavato della serata e della pesca sarà destinato al comune di Cavezzo, vicino Modena. «La scelta – spiegano gli organizzatori – non è stata facile, sappiamo che in questo periodo le necessità in quei luoghi sono molteplici ma avendo la consapevolezza di non poter aiutare tutti abbiamo deciso di “adottare” una realtà. Cavezzo – fanno notare ancora – è tra i comuni che più sono stati colpiti dal sisma, è praticamente raso al suolo e per di più ha caratteristiche simili al nostro comune visto che si parla di circa settemila anime. Tutti questi i motivi che ci hanno condotto alla determinazione di destinare lì i fondi della nostra attività di queste settimane e lo faremo per vie ufficiali versando i soldi direttamente all’amministrazione comunale. In questi giorni – hanno concluso i responsabili della manifestazione – il sindaco di Arce Roberto Simonelli ha preso contatti con il suo omologo Stefano Draghetti e non escludiamo la possibilità che ci sia tra i due un collegamento telefonico nel corso del concerto».
 

9