Nuova Itri – Cassino 3-0 – Un Cassino imbottito di fuoriquota non riesce a portare a casa il quarto risultato utile di fila

Ad Itri i locali si impongono per tre reti a zero mettendo a nudo tutti i limiti del gruppo azzurro. Mister Barbabella si affida ad uno schieramento inedito dirottando Vendittelli al centro della difesa in luogo dell’indisponibile Palombo, consegnando le chiavi del reparto di centrocampo ad un inconsistente Ferdinandi affiancato dal giovane Di Stasio. I padroni di casa, con il minimo sforzo, riescono a sbloccare il risultato dopo soli otto minuti, quando, al termine di un’azione ben manovrata, Mallozzi riceve spalle alla porta, lascia sul posto Vendittelli e spiazza Pocino con un preciso piatto destro. E’ il vantaggio dell’Itri, che raddoppia al ventesimo grazie ad un perentorio stacco di testa di Fulco su azione da calcio d’angolo. Il secondo gol spezza le gambe al Cassino, quasi impalpabile per tutta la prima frazione: l’unica azione degna di nota della compagine azzurra porta la firma di Di Vito che al minuto trentasei lascia partire un fendente da fuori area che scheggia la parte alta della traversa. Nella ripresa non cambia l’inerzia del confronto, nonostante i cassinati scendano in campo con maggiore convinzione: al nono Marsella viene lanciato in profondità ma Fulco lo stende al limite dell’area di rigore: cartellino rosso per il difensore pontino e conseguente punizione che Agbonifo calcia sulla barriera.  Gli azzurri provano a sfruttare la superiorità numerica e potrebbero accorciare le distanze al settantaduesimo, quando Marsella, servito in profondità, riesce a superare il portiere locale con un pallonetto respinto oltre la linea da Vendittozzi. L’arbitro però lascia proseguire e Marsella, già ammonito, protesta in maniera veemente nei confronti dell’assistente rimediando il secondo, ingenuo cartellino giallo che ristabilisce la parità numerica in campo. Barbabella le prova tutte dando spazio a Nalli e Sambucci: proprio quest’ultimo, servito da un passaggio filtrante di Ferdinandi, si divora la palla che avrebbe potuto riaprire il match. E’ un risveglio tardivo quello della squadra della città martire: nel finale convulso l’Itri, visibilmente stanco, presta il fianco alle confuse iniziative cassinati: ci prova prima Agbonifo con un’azione personale deviata in corner, poi Nalli con che viene contrato al momento della conclusione. E così, in pieno recupero, arriva il terzo gol dei locali che porta la firma di Martucci, abile a ribadire in rete una respinta di Pocino su tentativo di De Tata. Una punizione sicuramente eccessiva per un Cassino in piena emergenza che ripiomba in piena zona play-out e che si appresta ad ospitare, domenica prossima sul neutro di Nettuno, il redivivo Tecchiena nell’ennesimo scontro diretto che a questo punto non potrà più fallire. 

 

 
38
Da: ; ---- Autore: