Nuova Scuola dell’Infanzia, lavori prorogati di 30 giorni – Sopravvenute altre difficoltà nel cantiere, sforati i termini dell’opera

ARCE – Una proroga di trenta giorni per ultimare la nuova Scuola dell’Infanzia. Sono quelli accordati dal funzionario dell’Ufficio Tecnico del Comune di Arce alla ditta appaltatrice dei lavori in via Magni.
Da quanto si evince dalla determina pubblicata all’albo pretorio martedì scorso, sul cantiere sarebbero sopravvenuti ulteriori difficoltà e problemi che richiedono maggiori tempi di esecuzione. In realtà, il termine improrogabile per la consegna dei lavori era fissato per il 16 novembre scorso. Scadenza improrogabile dicevamo, proprio perché ad agosto scorso la Giunta municipale aveva approvato un accordo transattivo con l’impresa costruttrice, che prevede clausole perentorie sui tempi e delle penali ben precise sul cronoprogramma. Addirittura l’atto speciale siglato dal Comune, a norma dell’articolo 239 del Codice dei contratti, prevede la risoluzione del contratto d’appalto alla scadenza dei 95 giorni dalla data di ripresa dei lavori. Insomma, la concessione della proroga, se da un lato appare indispensabile per l’ultimazione dei lavori, dall’altro è in aperto contrasto con gli impegni assunti a garanzia dell’ente. Anche la stessa determina adottata dal funzionario potrebbe apparire come una forzatura a quanto disposto dalla Giunta comunale. In molti, infatti, fanno notare che la modifica ai tempi, una volta riconosciuta la sua necessità, andava eventualmente accordata dalla Giunta che aveva approvato l’accordo. Questioni burocratiche probabilmente per chi da anni aspetta una nuova scuola dell’infanzia e il micro asilo nido degni di questo nome. Ad oggi, comunque, il nuovo termine per la consegna dei lavori è fissato al prossimo lunedì 16 dicembre. Solo pochi giorni, dunque, che a quanto pare, visto che la struttura è stata da poco tinteggiata e sono stati montati gli infissi, in molti si augurano che stavolta possano bastare.

25