Nuove assunzioni al Comune – La denuncia di Marzilli: ‘Un’operazione elettorale che crea false aspettative negli altri disoccupati’

ARCE – Nuove assunzioni al Comune di Arce. L’Amministrazione è pronta ad implementare la pianta organica con tre nuove unità part-time. 
E’ quanto si evince dalla delibera di giunta 172. L’esecutivo del sindaco Simonelli ha espresso un preciso atto di indirizzo al funzionario dell’area amministrativa, affinché avvii le procedure concorsuali per il reclutamento di tre operai, categoria “B” e posizione economica “B1”. Si tratta in sostanza di tre nuove assunzioni part time, per dodici ore settimanali ognuna, a tempo indeterminato. Le mansioni che saranno affidate alle nuove unità lavorative, riguardano le attività di manutenzione delle strade, dei cimiteri e delle strutture di proprietà o gestione dell’ente locale. Per questo la giunta ha anche provveduto a modificare con un apposito atto la dotazione organica e il consegue fabbisogno di personale. Attualmente, infatti, il Comune non ha operai (escluso un lavoratore addetto ai servizi cimiteriali) a cui affidare specifiche competenze in materia di attività manutentive. Nelle prossime settimane, il funzionario incaricato, dovrebbe predisporre e rendere pubblico il bando di concorso con i requisiti per l’accesso alla graduatoria e le eventuali prove di selezione. L’ultimo scoglio da superare, sarebbe quello di acquisire il nulla osta da parte della Funzione Pubblica. In pratica l’ente di via Milite Ignoto deve dimostrare di essere in possesso dei requisiti molto restrittivi per poter assumere. Tra i principali, è necessario che negli ultimi tempi si siano verificati dei pensionamenti; il rispetto del patto di stabilità; che l’ente non versi in situazioni strutturalmente deficitarie; che l’incidenza delle spese di personale non sia superiore al 50 per cento delle spese correnti. Adempimenti che l’Amministrazione arcese avrebbe rispettato e che quindi non sarebbero ostative alle nuove assunzioni. In questa particolare fase di congiuntura economica, non capita tutti i giorni assistere a Comuni, che procedano ad assunzioni a tempo indeterminato. La notizia, comunque, è destinata ad alimentare anche il già rovente dibattito politico locale, a quasi sei mesi dal voto. 
«E’ una operazione elettorale – ha detto senza mezzi termini il consigliere di minoranza Marcello Marzilli – che rischia di creare speranze in molti. Speranze che, dato, il periodo si prestano a facili strumentalizzazioni di carattere clientelare-elettorale». 
«Per quanto ci riguarda – ha aggiunto l’ex assessore – noi dell’opposizione ci impegneremo a divulgare la notizia, in modo da informare tutti coloro che hanno diritto ad un posto di lavoro a recarsi presso il Comune per chiedere come fare». 
«Nel contempo – ha concluso – vigileremo attentamente sulle procedure di selezione al fine di garantire la massima trasparenza».
 
14