Omicidio Mollicone, a breve il summit che svelerà i risultati dei test sul Dna – Intanto il Procuratore Mercone nega corrispondenze tra impronte

ARCE – Novità in vista sulle indagini per l’omicidio Mollicone.
Nei prossimi giorni, infatti, è previsto un incontro tra i carabinieri del Ris, i consulenti della difesa e gli indagati, nel corso del quale verranno rese note, in base alla dialettica procedurale, le risultanze sugli esami del Dna prelevato ai sei indagati per il delitto.
Un passaggio che sembrerebbe precede la comunicazione formale agli stessi indagati di quanto contenuto nelle analisi effettuate.
Nessuna conferma, invece, da parte del procuratore di Cassino, Mario Mercone, in merito alla questione delle impronte, apparsa ieri mattina su alcune agenzie nazionali. Mercone, infatti, ha detto di non aver notizia della corrispondenza tra l’impronte sul nastro e una di quelle repertate agli indagati.
L’attesa, semmai, è tutta per l’incontro che dovrà far luce sulle risultanze degli esami del Dna. Una lunga, lunghissima fase quella degli accertamenti tecnico-scientifici che ha fatto non solo prolungare il tempo delle indagini ma anche, e soprattutto, rispondere nuova fiducia nella possibilità di individuare finalmente l’assassino della giovane studentessa di Arce.

13