Ore di terrore per un incendio – Le fiamme lambiscono le case

COLFELICE – Pomeriggio di terrore ieri a Colfelice per un vasto incendio che ha lambito alcune abitazioni.
Il rogo si era sviluppato la notte scorsa in un’ampia area ai confini tra Roccasecca e Colfelice.
Nella notte tra sabato e domenica il fuoco si è propagato su Monte Felice e grazie alla siccità del periodo ha divorato per un ampio raggio tutta la folta vegetazione boschiva della zona, purtroppo oggetto di incendi anche negli anni passati. Ci sono volute diverse ore per spegnere il fuoco domato definitivamente nel pomeriggio della giornata di ieri. Sul posto sono intervenuti con uomini e mezzi, la Protezione civile, gli agenti del Corpo Forestale dello Stato ed i Vigili del fuoco, anche per evitare che le fiamme raggiungessero le abitazioni più vicine della zona sia dalla parte di Roccasecca che di Colfelice. Prezioso è stato inoltre il lavoro di un elicottero spargi-acqua, che dapprima si è rifornito da un serbatoio del Melfa e successivamente da altre fonti di approvvigionamento del circondario. Una spola continua quella fatta per tutta la mattinata del mezzo aereo, fino a quando intorno alle 14 di ieri l’incendio sembrava essere domato.
Ma poche ore dopo l’emergenza è tornata ad esplodere.
Intorno alle 16 una nuova telefonata al 115 ha lanciato l’allarme. Il fuoco aveva ripreso vigore, tanto da lambire anche alcune abitazioni. Sul posto sono prontamente intervenuti i Vigili del fuoco di Frosinone che hanno lavorato per diverse ore per riuscire a riportare la situazione alla normalità. L’intervento è stato particolarmente difficile e nel corso del pomeriggio si sono vissuti attimi di paura, in particolare per le case che si trovavano nei pressi della zona incendiata.
Solo nella prima serata di ieri la situazione è tornata alla normalità, anche se l’allerta è rimasta alta.

29