Passione Vivente, il paese si trasforma in un set – La manifestazione si svolgerà il 22 aprile ma in caso di maltempo verrà rinviata a Pasqua

ARCE – Passione vivente, l’amministrazione stanzia un contributo per la realizzazione.
La giunta municipale, su proposta dell’assessore alla Cultura e al Turismo Brigida Fraioli, ha approvato la delibera per l’organizzazione della trentesima edizione del venerdì santo di Arce. La manifestazione popolare, a cura della locale Pro Loco, si terrà il prossimo 22 aprile, con inizio alle 20.30, mentre in caso di maltempo l’evento è rimandato alla sera del giorno di Pasqua.
L’atto ufficiale arriva dopo una serie d’impegni assunti dall’amministrazione, attraverso gli assessori Fraioli e Marzilli, a reperire, tra le diverse ristrettezze economiche dell’ente, i fondi dal bilancio per un adeguato finanziamento. L’importo stanziato dalla giunta e di 14mila euro ed è, per qualche migliaia di euro, inferiore al contributo stanziato nel 2009 (la manifestazione è biennale). La somma coprirà qualcosa in più di un terzo dei costi totali sostenuti per la realizzazione.
Intanto la macchina organizzativa procede a ritmo serrato. Prove dei personaggi, allestimento delle scenografie e dei costumi, preparazione dei testi e delle voci, predisposizione delle luci e degli effetti hanno messo in movimento un paese intero.
Giovedì prossimo si terrà una cena di autofinanziamento e sarà anche l’occasione per fare il punto sui preparativi. Da alcuni giorni, sono state inviate una serie di mail per la promozione dell’evento e di alcuni pacchetti turistici dedicati a quanti vorranno portarsi ad Arce per questa particolare occasione.

23