Patrizia, presto la verità sul giallo – Stamattina la nomina del medico legale che eseguirà l’autopsia sulla salma della 48enne. Continuano le indagini dei carabinieri per fare luce sulle ultime ore di vita della signora Carducci

Questa mattina la nomina del medico legale che eseguirà l’autopsia per fare luce sulle cause del decesso di Patrizia Carducci. La 48enne, scomparsa il giorno di Natale, era stata rinvenuta cadavere sulle sponde del fiume Liri nella mattinata dello scorso 26 dicembre. Con la nomina del medico legale, nella mattinata di oggi, si farà luce su quello che appare come un vero e proprio giallo che ha sconvolto gli abitanti di Isoletta d’Arce e dei paesi limitrofi. Per questo, un po’ tutti, attendono con ansia che si faccia luce sulla morte di Patrizia Carducci, ancora avvolta un mistero. Dopo la nomina del medico legale si procederà, forse già nel pomeriggio, all’esecuzione dell’esame autoptico, disposto dalla Procura della Repubblica di Cassino. Solo dopo l’esecuzione degli esami previsti in questi casi, si potranno conoscere le cause del decesso della 48enne. Un dramma, questo, su cui stanno ancora indagando i carabinieri della Stazione di San Giovanni Incarico, coordinati dal tenente Vittorio Tommaso De Lisa e dal maresciallo aiutante Mauro Scappaticci che, ad oggi, non hanno tralasciato alcun elemento oggettivo indispensabile, peraltro, alla ricostruzione delle ultime ore di vita di Patrizia. Con l’esecuzione dell’esame autoptico, che potrebbe avvenire tra oggi e domani, la parola passa al medico legale che si pronuncerà sulle cause del decesso mettendo la parola fine a un dramma fatto di luci ed ombre. A conclusione di quest’ultima prassi la salma sarà riconsegnata ai familiari per i funerali che si terranno, nei prossimi giorni, nella chiesa della Madonna della Vittoria in Isoletta.

30