Penuria idrica, nuova ordinanza – ‘Vietato’ innaffiare e lavare l’auto

COLFELICE – Vietato usare l’acqua potabile per innaffiare il giardino.
Lo ha chiesto, nelle settimane scorse, l’Acea Ato 5 ai sindaci del territorio, per far fronte alla carenza idrica di questo periodo, ma soprattutto lo impone una comunicazione della Prefettura di Frosinone del mese di aprile che faceva presente che la scarsa piovosità dell’ultimo anno ha determinato l’attuale stato di siccità e ha comportato una forte riduzione delle portate d’acqua rese disponibili dalle fonti di approvvigionamento del territorio dell’Acea Ato 5. Quindi, il Prefetto ha proposto di emettere un’apposita ordinanza di divieto dell’uso di acqua potabile per l’innaffiamento e per altri usi diversi da quelli del consumo umano, a tutela delle risorse da destinare esclusivamente ad uso civile idropotabile. Il sindaco del paese, Bernardo Donfrancesco, ha firmato in questi giorni l’ordinanza: in tutto il territorio del comune è vietato utilizzare l’acqua potabile erogata dall’Acea per il lavaggio di auto e altri veicoli, per l’irrigazione di orti, giardini e piante e per ogni altro uso estraneo alle norme del contratto di erogazione per le forniture ad uso domestico, il cui controllo spetta alla Polizia locale e alle altre forze dell’ordine, sarà punito con sanzioni amministrative previste.

19