Perde a Roma il Cassino, pareggia in casa l’Isola Liri – 1 a 0 per Cisco Roma per il Cassino nell’anticipo del sabato, e 1 a 1 casalingo per l’Isola che costringe il blasonato Gela alla divisione della posta.

La gara casalinga dei ragazzi di mister Grossi è una di quelle per i palati fini, il Gela una delle corazzate del campionato si deve accontentare del pareggio imposto al termine di una gara vibrante e con tanti spunti.

Dopo 20 minuti di studio la gara ha il primo sussulto, quando al 24° Federici deposita nella rete ospite la palla del vantaggio isolano facendo esplodere il catino del Nazareth. Dopo il vantaggio, i locali s’impossessano del centrocampo disputando una gara accorta e precisa dimostrando un carattere molto importante.

Dopo il riposo ancora emozioni quando il direttore di gara espelle per doppia ammonizione il gelese Ambrosecchia costringendo la sua squadra giocare molti minuti in inferiorità numerica.

Proprio questa situazione in teoria favorevole per i padroni di casa diventa controproducente, infatti, quando tutti si aspettavano il raddoppio arrivava invece il pareggio degli ospiti in rete al 35° con Pasca.

Tanto lavoro vanificato da un momento di rilassamento che contro queste formazioni si paga a caro prezzo.

Termina il girone d’andata con il Gela terzo a 31 punti e con l’Isola Liri a 16 in ogni modo in crescita vista la partenza terrificante.

Torna a mani vuote il Cassino dalla trasferta, in anticipo al Flaminio di Roma contro la Cisco Roma del tecnico ciociaro Incocciati.

In una gara scialba i romani ottengono il massimo risultato con il minimo sforzo, poco il Cassino visto in campo al Flaminio, poco incisivo, scarsamente aggressivo e purtroppo scarso anche d’idee questo il sunto di una gara che è vissuta su poche azioni degne da ricordare.

Magnifica la rete che cambia gli equilibri alla gara messa a segno da Cofani, capo cannoniere del torneo con 11 reti, stop al limite girato con le spalle alla porta e girata sotto il set con un tiro a palombella, veramente bella l’esecuzione, poi un palo e una traversa a legittimare la vittoria finale da parte dei calciatori romani.

E il Cassino? Non pervenuto, stanchi e mai incisivi i ragazzi di mister Pellegrino hanno bisogno di fiducia che queste due ultime sconfitte consecutive certamente non fornisce, domenica prima della sosta natalizia al Salveti arriva il Manfredonia e quella è una gara che non conosce risultati alternativi se non la vittoria del Cassino che chiude il girone d’andata a 25 punti in 7° posizione a 3 lunghezze dalla zona play-off.

Radiocronaca integrale della gara su Radio Cassino Stereo affidata a Max Marzilli con il commento tecnico di Fabio Durazza e Roberto Rotondo e in streaming su www.arcenews.it

 

Max Marzilli

 

35
Da: ; ---- Autore: