Premio Ciociaria a Fabiola Di Folco – Il prestigioso premio per i 4 testi teatrali dialettali. La cerimonia al teatro Antares di Ceccano il 27 settembre scorso

Prestigioso riconoscimento per la scrittrice e autrice di testi dialettali Fabiola Di Folco, inclusa nel ristretto novero di coloro che hanno ricevuto l’ambito “Premio Nazionale Ciociaria”.
Il Premio le è stato attribuito lo scorso 27 settembre nel corso della Cerimonia tenutasi nello splendido Teatro Antares di Ceccano.
Alla Di Folco, Psicologa e Psicoterapeuta, il riconoscimento è stato tributato come autrice di ben quattro commedie scritte in dialetto Ciociaro.
Le opere che hanno meritato l’attenzione della Giuria della quarantesima edizione del “Ciociaria” sono :
Gl’ammalocchie ;
Gliu fidanzament ;
La spartenza ;
Gl’arretrat.
Semplice la motivazione dei Giurati : l’autrice esordiente si è distinta tra gli scrittori Ciociari cimentandosi nella creazione di testi in vernacolo.
Il successo è una riconferma per l’autrice rocchigiana (con forti legami con Arce) che già nel 2012 si era vista attribuire il Premio “Il gioco del teatro” del Centro Studi Marcello Mastroianni.
«Un traguardo questo – ha commentato l’autrice – che non avrei mai pensato di raggiungere, quando per gioco, iniziai a scrivere la prima commedia “Gl’ammalocchie”. Sono davvero onorata – ha continuato – di aver ricevuto un encomio così importante, soprattutto da una persona autorevole come il Cav. Tony De Bonis, Regista e autore cinematografico nonché organizzatore di questo importante evento che si ripete puntualmente ogni anno, dall’ormai lontano 1974».
Oltre alla Di Folco sono state premiate tante altre illustri personalità delle Arti, del Giornalismo, del Cinema e della Medicina. Tra tutti non possono essere non ricordati l’autore Rai Marco Giusti e il regista Nicola Di Gioia.
La serata è stata presentata da Paola Delli Colli. Illustre ospite è stato l’ex Presidente del Senato Nicola Mancino.

106
Da: ; ---- Autore: