Prima Veroli vince lo spareggio per il secondo posto, battuta Sassari – Prima Veroli-Basnco di Sardegna Sassari 85-74 Parziali 23-20, 22-15, 23-21, 17-18

Con le telecamere di Rai Sport + Veroli torna grande dopo la sconfitta rimediata a Venezia e sconfigge nettamente il Banco di Sardegna Sassari con il punteggio di 85 a 74.

Solo nel primo quarto Sassari sembra essere in partita poi solo Veroli che con un Gatto stratosferico riesce a portare l’inerzia della gara sul versante verolano.

Coach Cancellieri non può contare sul colored americano Draper per infortunio, schiera sul parquet solo 7 elementi essendo anche Plumari a referto ma solo come numero, i vari Nissim uomo match, Hines e Foiera sono sempre attenti sotto i tabelloni pronti a colpire in azioni di rimessa, dall’altra parte la buona prova di Kemp e di Rowe, autori rispettivamente di 20 e 19 punti non riescono a consentire a Sassari di mettere il muso avanti sempre ricacciata dietro dalla perfetta sinfonia ciociara che nel terzo quarto riesce ad  ottenere il massimo vantaggio con un + 14 di assoluta tranquillità.

La gara come in tutte le manifestazioni sportive è cominciata con un minuto di silenzio per le vittime della sciagura in Trentino.

Da rimarcare la presenza sul parquet di Cesare Bonamico che ha premiato la squadra di Anagni che ha vinto il campionato di competenza e poi quella dell’ex coach Gigio Gresta come spalla in fase di commento di Franco Lauro sempre a sua agio quando viene a fare il suo lavoro per la Rai  al palazzotto di Frosinone che complice la diretta non era gremito come al solito.

Ora le prossime due gare finali della regular season, domenica prossima la sfida contro Casalpusterlengo prima della chiusura in casa contro Reggio Emilia il 2 maggio.

 

I tabellini:

Prima Veroli: Draper n.e, Rossi 9, Gatto 20, Simeoli n.e. Rosselli 8, Plumari n.e. Nissim 13, Gigena 6, Foiera 12, Fall n.e. Hines 17. Coach Cancellieri.

 

Banco di Sardegna Sassari: Binetti 11, Kemp 20, Devecchi 1, Manca n.e. Rowe 19, Baldassarre 0, Conti 0, Vanuzzo 9, Colombo n.e. Hubalek 14. Coach Sacchetti.

 

 

 

Max Marzilli

42
Da: ; ---- Autore: