‘Progetto comune’, proficuo confronto – Importanti i temi del comizio

ROCCA D’ARCE – Turismo, pressione fiscale e raccolta differenziata sono alcuni dei temi trattati dal gruppo di minoranza “Rocca d’Arce. Progetto comune”, nel corso del comizio che si è tenuto nei giorni scorsi in piazza Federico Lancia.

Un appuntamento molto importante per la vita amministrativa del paese in quanto si sono confrontati sul palco la minoranza con i consiglieri Antonello Quaglieri, Tommaso Fraioli e Patrizio Di Folco, il loro ospite Nazzareno Pilozzi e successivamente il vicesindaco Bernardo Simone con il sindaco, Rocco Pantanella.

«In un momento particolare della vita pubblica del nostro paese abbiamo sentito l’esigenza di fare chiarezza su tutti gli argomenti che hanno caratterizzato il dibattito degli ultimi tempi – ha detto Antonello Quaglieri -. Abbiamo voluto presentare ai cittadini una panoramica a 360 gradi, con particolare attenzione alla delicata situazione dei collaboratori che prestavano servizio presso il Comune di Rocca d’Arce, per chiarire in maniera netta la posizione del nostro gruppo. Insieme al consigliere Patrizio Di Folco abbiamo spaziato dalla situazione finanziaria dell’ente, alla elevata pressione fiscale delle tasse comunali e alla necessità per un comune come il nostro di passare alla raccolta differenziata per creare un meccanismo  virtuoso. E non ultimo per importanza puntare molto sulla valorizzazione ai fini turistici del nostro territorio incantato. Quindi, abbiamo lanciato un appello al parlamentare Pilozzi perché venga affrontata definitivamente la triste situazione delle antenne televisive, che oltre a rappresentare per il nostro paese un pessimo biglietto da visita estetico da sempre sono il punto interrogativo per la salute pubblica e non lascano dormire sogni tranquilli ai nostri cittadini».

Infine, nel suo intervento  Nazzareno Pilozzi, parlamentare di Sel, ha detto: «Affronterò le istanze che ci sono arrivate attraverso la sensibilità di Antonello Quaglieri e del suo gruppo e saremo al vostro fianco, al fianco di Rocca d’Arce intera, dei suoi cittadini che non lasceremo mai soli!».

138
Da: ; ---- Autore: