Quattro truffatrici smascherate e arrestate dagli uomini dell’Arma – Volevano vendere monili falsi

ARCE – Nel pomeriggio di venerdì scorso i carabinieri delle Stazioni di Arce e Roccasecca, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e “predatori”, hanno tratto in arresto quattro donne residenti a Napoli perché si sarebbero rese responsabili di una serie di reati piuttosto gravi.
L’elenco è lungo: sostituzione di persona, falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale sulla identità o sulle qualità personali proprie o altrui, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e tentata truffa. Questo perché l’accurata attività investigativa condotta dai militari ha consentito di accertare che le quattro donne, esibendo documenti contraffatti, tentavano di vendere monili altrettanto falsi a due distinte gioiellerie ubicate nei comuni di Arce e Colfelice. Inoltre, poiché ricorrevano i presupposti di legge, a loro carico è stata anche avanzata la proposta del foglio di via obbligatorio. Così , al termine formalità di rito, il quartetto di truffatrici è stato tradotto nella Casa Circondariale femminile di Rebibbia, a Roma.
 

20