Relazione per il Dna trovato sul nastro adesivo, il Racis ottiene 15 giorni di proroga – Omicidio di Serena Mollicone

ARCE – I carabinieri del Racis di Roma hanno chiesto ed ottenuto una proroga di quindici giorni per la consegna alla Procura della Repubblica di Cassino, della relazione sul Dna dell’impronta rinvenuta sotto il nastro adesivo con cui venne legato il cadavere di Serena Mollicone.
I documenti che gli specialisti dell’Arma avrebbero dovuto consegnare ieri, sarebbero serviti a capire se da quella traccia poteva scaturire un profilo di Dna. I militari, pertanto, hanno deciso di posticipare ogni valutazione di una quindicina di giorni. La nuova data adesso, dovrebbe coincidere con il prossimo appuntamento che i carabinieri hanno con il Procuratore di Cassino Mercone. Il 30 gennaio, infatti, dovrebbero essere consegnati i risultati del riscontro tra le impronte oggetto dell’incidente probatorio dell’anno scorso e gli oltre cento soggetti che la Procura ha coinvolto per la comparazione. Si tratta di persone vicine a Serena Mollicone e che durante questi undici anni e mezzo dall’omicidio della studentessa arcese sono entrati in qualche modo nell’ambito delle indagini.

14