Revocato l’incarico al tecnico comunale – La determina non è corretta

ARCE – Tecnico comunale revocato, clamorosa marcia indietro del comune di Arce.
Il sostituto del responsabile amministrativo, nella tarda mattinata di ieri, ha provveduto a revocare con una nuova determina dirigenziale il provvedimento assunto lo scorso 13 maggio.
«La citata determina è nulla in quanto manca il parere di copertura finanziaria».
Questo è quanto si legge nel nuovo documento pubblicato nell’albo pretorio on line. Il funzionario ha così revocato «tutti gli effetti della precedente determinazione, ivi compreso il contratto di lavoro sottoscritto con il professionista, considerando il medesimo nullo e improduttivo ad ogni effetto giuridico».
Di fatto, il comune di Arce, torna ad essere sprovvisto del funzionario dirigente dell’area tecnica. Probabilmente già nei primi giorni della prossima settimana si provvederà ad emettere una nuova determinazione dirigenziale subordinata, questa volta, al parere contabile. Quello che rimane da capire è come sia stato possibile emettere un atto senza i necessari requisiti previsti dalla normativa. L’opposizione, che aveva immediatamente contestato la procedura adottata, parla di amministrazione allo sfascio.
«Quanto sta accadendo al comune di Arce – ha detto il consigliere Marcello Marzilli – mi lascia senza parole. Sono fatti di una gravità inaudita che ben chiariscono quale sia lo spessore di questo “nuovo che avanza”».

17