Scontro a tutto campo sui parcheggi – Non si placa la polemica dopo la manifestazione delle cantine in centro

ARCE – «Sbagliato attaccare l’assessore alla Cultura, se i fatti sono veri si facciano i nomi dei possibili responsabili». Il capogruppo di maggioranza al comune di Arce bacchetta l’opposizione e si dice disponibile a fare chiarezza. La questione è quella legata ai parcheggi abusivi istituiti durante la manifestazione delle cantine, che si è svolta due sabati fa al centro storico del paese. Durante l’ultima assise, alcuni consiglieri di minoranza si sono interessati del caso interrogando l’assessore Fraioli. «Trovo singolare – scrive Vincenzo Colantonio in una nota – l’attacco frontale fatto all’assessore Brigida Fraioli. Con una serie di allusioni – prosegue Colantonio – si chiede conto alla stessa di attività collaterali, di dubbia legalità, a una manifestazione che ha riscosso un grandissimo successo. Mi chiedo perché gli articoli del codice della strada, invece che ricordarli all’assessore Fraioli, non vengono ricordati agli organismi che dovrebbero occuparsi di salvaguardarne il rispetto? Perché si tenta di colpire chi, evidentemente e senza dubbi, non è coinvolto nella vicenda? Se esistono responsabilità – fa notare Colantonio – anche solo politiche, vengano messe in chiaro. Se la questione dei parcheggi a pagamento è stata gestita, anche se in modo indiretto, con superficialità, e se si registrano delle responsabilità di singoli componenti dell’amministrazione, è ovvio che c’è un coinvolgimento politico dell’amministrazione. Di tutta l’amministrazione. Questo è naturale e non abbiamo nessun problema a risponderne ma non ha nessun senso attaccare i singoli, soprattutto quando si è coscienti che si tratta di quelli che sicuramente non c’entrano nulla. E infine si tenga fuori dalle polemiche l’associazione Nuovi Segnali che ha promosso l’iniziativa, la quale ha svolto e svolge un’attività encomiabile di volontariato per promuovere il nostro paese. Spero – ha concluso il capogruppo – che questi fatti non creino scoramento e distacco; Arce ha bisogno del loro impegno».

16