Scuole, dal progetto ai lavori – Una ceromonia semplice per evidenziare l’importanza dell’opera per il paese

ARCE – Il Vescovo di Sora benedirà la posa della prima pietra delle nuove scuole del paese.
Una cerimonia semplice ma ufficiale quella organizzata dall’amministrazione comunale guidata da Roberto Simonelli per venerdì prossimo, 25 novembre, alle ore 10. L’inizio dei lavori del nuovo plesso di via Magni non poteva passare, per vari motivi, senza un’evidenza pubblica.
Il nuovo edificio che, ricordiamo, ospiterà le classi dell’infanzia e l’asilo nido, è ormai atteso da tempo dalla cittadinanza come una delle opere di assoluta priorità. Gli eventi che hanno portato dapprima alla chiusura delle scuole (settembre 2009), alla sistemazione provvisoria in aule prefabbricate (febbraio 2010) fino ad arrivare alla demolizione del vecchio stabile (giugno 2011) hanno segnato la vita amministrativa del paese. Un iter lungo, fatto di accese polemiche e critiche che lasciavano presagire la possibilità che l’opera divenisse una nuova incompiuta.
Considerazioni che probabilmente hanno spinto la maggioranza ad un colpo di reni decisivo.
Con la realizzazione delle scuole, assieme a qualche altro progetto, è in ballo la credibilità dell’amministrazione e lo stesso futuro della lista “Liberamente per Arce”.
L’obiettivo è quello di completare l’opera in tempi stretti ed inaugurare l’anno scolastico 2012/2013 nelle nuove aule. Una sfida possibile, che richiederà senz’altro molta dedizione.
L’invito al vescovo Filippo Iannone, unitamente al parroco di Arce don Ruggero Martini e alle autorità scolastiche, va in questa direzione. Perché oltre a tanto impegno, probabilmente, c’è anche bisogno di una particolare… benedizione.
 

13
Da: ; ---- Autore: