Se la strada fa paura avvertire è d’obbligo – A Colleolivo una curiosa segnaletica fai-da-te

ARCE – Curva pericolosa sulla provinciale, segnaletica fai-da-te dei cittadini.
Esasperati dai continui sinistri e dalla noncuranza dell’ente proprietario, alcuni intraprendenti abitanti della contrada Colleolivo hanno attrezzato una segnaletica artigianale per evidenziare la mancanza di visuale nei pressi di una curva “a gomito” della strada provinciale.
«Per danno temuto – si legge nel cartello – questa è una curva pericolosa».
E ancora: «Non c’è visuale nei due sensi».
Campeggia così, su di un pannello di compensato e con una calligrafia stampatello, dipinta con vernice rossa, l’avviso bonario a quanti si trovano, magari a loro insaputa, a transitare sulla piccola arteria che collega la strada Casilina alla provinciale “Tramonti”. Dicevamo all’insaputa, perché con il diffondersi dei navigatori satellitari questa strada viene consigliata sempre più spesso a quanti, magari provenienti dall’uscita dell’autostrada di Ceprano o da Sora, si devono recare verso San Giovanni Incarico, Lenola e Fondi. Un fattore che sta facendo innalzare il traffico di quella che potrebbe tranquillamente apparire come una stradina secondaria, ma comunque piena d’insidie.
«E’ una vicenda che parte da lontano».
Ci spiega un cittadino del posto.
«Personalmente ho scritto più volte nel corso degli anni agli uffici competenti della Provincia di Frosinone senza però ottenere risultati. Solo una volta, interessando del problema la Procura della Repubblica di Cassino, abbiamo visto un intervento mirato finalizzato a tagliare alcuni arbusti che impedivano oltremodo la visibilità. In realtà – ha aggiunto l’uomo – basterebbe poco per rendere il transito, almeno in questo tratto, molto più sicuro. La parte stretta della curva è sovrastata da un costone di terrapieno fine a se stesso. Potrebbe essere rimosso – ha concluso – allargando leggermente la carreggiata e soprattutto consentendo ai veicoli di entrambi i sensi di poter vedere chi arriva».
 

11