Sede della Finanza e polifunzionale – Corsetti: amministrazione immobile

ARCE – Sulla sede della Guardia di Finanza. Il completamento del centro polivalente e la riacquisizione dei locali dell’ex mercato coperto, «l’amministrazione è immobile».
Il presidente dell’associazione intercomunale “Valle del Liri” torna a tuonare contro i suoi compagni di lista.
Secondo Corsetti, il sindaco di Arce «perde tempo prezioso» su importanti questioni che potrebbero essere a beneficio della cittadinanza.
«Il sindaco Simonelli – ha detto – dovrebbe avere il coraggio di raccontare la verità. A cominciare dalla vicenda del possibile trasferimento della sede della Guardia di Finanza ad Arce. Proprio su questo punto dovrebbe ricordare l’incontro che avemmo in regione insieme e l’impegno di finire la costruzione in tempi celeri riservando alcuni piani della nuova costruzione alla Brigata delle Fiamme Gialle».
Un’ipotesi che, sempre secondo il presidente dell’intercomunale, avrebbe avuto la “benedizione” ufficiosa degli uffici regionali e che poteva essere vista come una via d’uscita all’impasse giudiziario-amministrativo in cui l’opera è ormai da anni intrappolata.
«La sede della Finanza – ha ripreso Corsetti – rimarrà a Ceprano. E credo onestamente che sia giusto così, visto l’impegno che da mesi il sindaco Sorge sta mettendo in ogni modo per cercare che ciò avvenga. Ad Arce, purtroppo, regna un immobilismo disarmante le cui conseguenze le pagheremo per i prossimi decenni. Che cosa ne sarà di quell’opera di piazza Umberto I, di cui ricordo che la nostra associazione e sempre la promotrice del progetto? Perché non ci si attiva affinché torni ad essere un possibile volano per il centro del paese abbandonato a se stesso? E che dire della querelle che sfiora il ridicolo sulla riconsegna dei locali dell’ex mercato coperto che rimangono abusivamente in possesso alla Comunità Montana? Perché i cittadini di Arce non possono fruire di quelle strutture, le uniche che possano essere destinate ad esempio per attività di anziani e giovani? Il sindaco di Arce non si sottragga da queste risposte ed inizi ad esercitare le sue funzioni, se ne è capace!».

16