Sel diviso anche ad Arce – L’intervento dell’attivista Mario Bove

Sel si divide anche ad Arce. Le vicende nazionali del partito di Niki Vendola si ripercuotono anche a livello locale. In paese, il gruppo politico che fa riferimento a Mario Bove all’interno di Sinistra Ecologia e Libertà ha deciso di lasciare il partito e di seguire la scelta fatta dall’onorevole Nazareno Pilozzi. Una decisione che sarebbe maturata a seguito di una riflessione che ormai da tempo era nell’aria. «La scelta di lasciare Sel – ci ha spiegato Bove – segue la linea intrapresa da Pilozzi, Migliore, Piazzoni, Di Salvo, Zan, Boccadutri, Fava, Lavagno, Lacquaniti ed è figlia delle troppe inversioni di rotta del partito rispetto al progetto originario. Tutti – ha aggiunto Bove che ad Arce ha contribuito attivamente alla formazione di gruppo di riferimento – hanno espresso grandi perplessità sulle ultime decisioni prese dal partito. In questi ultimi mesi Sel ha abbracciato posizioni troppo distanti rispetto al progetto originario di essere una sinistra moderna e che avesse come obiettivo quello di entrare a far parte di una sinistra di governo e di confrontarsi all’interno del socialismo europeo. Purtroppo ad oggi sembra che il partito si stia barricando dietro posizioni tutt’altro che moderne e aperte ad un centro sinistra di governo. Ulteriore punto di rottura è stata la partecipazione alle elezioni europee con un progetto che non ha convinto e che ha portato Sel ancora una volta lontano dalla rotta tracciata. Adesso – ha concluso Mario Bove – guardiamo con interesse al movimento che l’onorevole Pilozzi, assieme ad altri, intende costituire consci del fatto che mai come ora è necessario adoperarsi a progetti per le persone e del Paese che ci portino fuori dalla situazione in cui purtroppo siamo».

18