Si paventa la chiusura della sede arcese. A difesa della Guardia Forestale – ‘Le guardie forestali svolgono un ruolo strategico ad Arce visto il territorio’. Amministratori preoccupati per la possibile chiusura del comando di Arce

La possibile chiusura del comando della Guardia Forestale di Arce preoccupa la minoranza consiliare. Il capogruppo Roberto D’Auria, infatti, nei giorni scorsi ha inviato una lettera al sindaco di Arce Roberto Simonelli, al fine di scongiurare l’eventuale chiusura.
«Mi sono giunte notizie ufficiose circa la probabile chiusura del comando della Guardia Forestale di Arce, nell’ottica di una revisione degli uffici sul territorio provinciale – si legge nella missiva -. Quale amministratore del nostro Comune, ritengo che bisogna attivarsi per scongiurare tale eventualità che vedrebbe ancor di più lo svuotamento del nostro territorio di importanti Istituzioni. Il comando di Arce non costa nulla al Ministero – continua Roberto D’Auria – in quanto le spese varie, peraltro molto esigue, sono a carico del Comune in quanto ubicate nella sede comunale. Inoltre, con la presenza ad Arce, la Forestale svolge un ruolo strategico molto importante in quanto il territorio controllato è baricentro tra Sora, Frosinone e Cassino. Di non meno importanza la presenza ad Arce è preziosa anche nel malaugurato caso di calamità naturale (speriamo anche che i vigili del fuoco decidano per la presenza stabile ad Arce). Ciò posto, nello spirito della opposizione costruttiva, ti comunico che mi sto interessando presso il Ministero, tramite i riferimenti politici a Roma e chiedo anche a te di intervenire nelle sedi competenti al fine di mantenere il servizio ad Arce, ed anzi, di farlo potenziare con altri agenti».
«Unire le forze per ottenere benefici ad Arce» questo l’auspicio dell’esponente della minoranza arcese. Vedremo, nei prossimi giorni, quale sarà l’evolversi della situazione e quale sarà, a tale riguardo, òa posizione dell’Amministrazione Simonelli.
18