Sit-in degli attivisti M5S davanti ai cancelli della Saf – Sui costi del ciclo dei rifiuti

COLFELICE – Scadrà giovedì il termine per presentare le domande per l’appalto di servizio di ritiro, trasporto e recupero del combustibile prodotto dall’impianto di proprietà della Società Ambiente Frosinone Spa di Colfelice. Come riportato nel bando le somme iscritte sono le seguenti: «Importo complessivo a base di gara 28.800.000 euro oltre l’iva – si legge in una nota degli attivisti M5S -. L’importo è stimato sulla base della qualità del cdr prodotto dall’impianto Saf negli anni 2012 e 2013, pari a circa 120.000 tonnellate, applicando ad esso il prezzo unitario per tonnellata di 80 euro. La durata dell’appalto è di 36 mesi a partire dalla data di aggiudicazione. Gli attivisti del Movimento Cinque Stelle, Filippo Capuano e Massimo Maraone, hanno organizzato un sit-in presso lo stabilimento di via Ortella per manifestare l’indignazione per la gestione del cdr ed i costi per lo smaltimento dello stesso. Il ciclo dei rifiuti ciociaro ha una gestione economica eccessivamente dispendiosa. Si chiede a tutti i sindaci se hanno mai chiesto conto delle somme impegnate per lo smaltimento del cdr. Le somme impegnate a gara d’appalto per trasportare il cdr al termovalorizzatore di San Vittore e costeranno a tutta la popolazione del frusinate circa 20 euro a chilometro, cifra astronomica per qualsiasi trasporto su gomma. Di questo si chiederà conto alla Saf con un presidio permanente che durerà tutto il giorno, con tutte le autorizzazioni, all’esterno dello stabilimento di Colfelice».

22