‘Sono vittima dei ladri di rame’ – L’ultimo colpo nella notte tra sabato e domenica

ARCE – Furti in rame, fenomeno in preoccupante crescita. Appello di un imprenditore alle forze di Polizia.
Nel giro di due settimane sono stati asportate più di ottanta metri di grondaie e discendenti del prezioso metallo.
L’ultimo colpo è stato messo a segno nella notte tra sabato e domenica scorsa, presso il centro commerciale sulla strada regionale “Valle del Liri”. Una situazione, quella dei furti del rame, che sta diventando insostenibile. Oltre al valore del materiale, infatti, la rimozione di discendenti e gronde genera tutta un serie di problematiche di non facile e, soprattutto, immediata soluzione.
«È il secondo furto – ci ha detto l’imprenditore Renato Di Palma – che subisco nel giro di quindici giorni. Non nascondo un certa preoccupazione visto che l’intero fabbricato si compone di un perimetro di oltre trecento metri (tutti illuminati e in una zona dove c’è un costante traffico veicolare anche di notte) e quindi nel giro di alcune settimane mi aspetto, impotente, nuove visite. Non vorrei però – ha aggiunto l’uomo – che a questo dilagare del genere di furti non ci fosse un’adeguata reazione. O peggio, ci si rassegnasse a subirli. Giornalmente le cronache dei quotidiani locali sono pieni di questi fatti e spesso riguardano anche luoghi di culto. La mia convinzione, pur sapendo della costante opera che svolgono le forze di Polizia sul territorio, è che bisognerebbe intensificare i controlli su chi presumibilmente ricetta questo materiale senza le necessarie autorizzazioni. Il mio appello ai responsabili di tutte le forze di Polizia – ha concluso Di Palma – va in questo senso, nella speranza di poter arginare in tempi brevi il preoccupante fenomeno».

12