Strepitoso capodanno al Palatenda – Nonostante manovre di ‘boicottaggio’

ARCE – Capodanno al palatenda, nonostante tutto, un successo.
Alla fine gli organizzatori sono riusciti a produrre le certificazioni necessarie per ospitare nella termo struttura montata in piazza Umberto I fino a un numero massimo di cento persone.
Una corsa contro il tempo, visto che l’autorizzazione sarebbe stata firmata dal primo cittadino nella giornata di sabato dopo l’assolvimento delle prescrizioni rilevate nel sopralluogo dei Vigili del Fuoco del 30 dicembre scorso. Il veglione in piazza ha riscosso comunque un grande successo di pubblico. Oltre ai cento posti previsti nella struttura coperta, sono stati molti i cittadini arcesi che si sono riversati nella piazza principale per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. I cittadini di fronte a quanto avvenuto (ricordiamo che un esposto, probabilmente anonimo, avrebbe segnalato le irregolarità della struttura) si è diviso tra quanti chiedono una maggiore attenzione nell’organizzazione degli eventi e coloro  che reputano questi esposti il colpo di grazia alla vitalità del paese.
«A qualcuno – dice Giuliano, tra i collaboratori dell’associazione – da fastidio che questa associazione sia capace di fare belle iniziative senza nulla chiedere all’amministrazione. Si riescono a coinvolgere centinaia di giovani, famiglie intere che mettono a disposizione il loro tempo libero. Già alla manifestazione “Aspettando San Martino” – ha aggiunto – c’erano state delle avvisaglie, ora con il tendone la vile cattiveria di squallidi personaggi ha cercato di impedire la riuscita delle iniziative dell’associazione in questo fine ed inizio di anno. La risposta degli arcesi – ha concluso l’organizzatore – è comunque stata commovente, tanta solidarietà che mi auguro serva a fare meglio in futuro».

16