Tecnico comunale – Maggioranza spaccata in due sulla nomina

ARCE – La nomina del nuovo tecnico comunale, spacca la maggioranza.
Nella giornata di ieri è circolata insistentemente la voce che il sindaco Simonelli avesse emesso un decreto di nomina del nuovo funzionario. Addirittura, il nuovo incaricato, un architetto di Pontecorvo, sarebbe stato anche accolto in Comune da alcuni amministratori. Indiscrezioni, però, che finora non hanno trovato conferme ufficiali. L’unica cosa certa è che in giunta c’è nuovamente aria di tempesta. L’assessore Vincenzo Colantonio avrebbe stretto a sé le persone a lui vicine per decidere sul da farsi. Colantonio, infatti, aveva già da tempo preannunciato al primo cittadino le sue preoccupazioni sul nuovo incarico da conferire all’ufficio tecnico e, qualora avesse ravvisato nel nominativo individuato una qualche connotazione politica, non avrebbe esitato a presentare le proprie dimissioni dall’esecutivo. Da quanto è emerso in questi giorni, il professionista che si vorrebbe nominare, sarebbe espressione di un’area politica ben definita, che fa riferimento all’onorevole Mario Abbruzzese. Ma Colantonio non sarebbe l’unico scontento su questa storia. Anche il capogruppo ed assessore Marco Marzilli avrebbe manifestato il suo disappunto. Il nome dell’architetto pontecorvese era noto già da tempo e le riunioni della maggioranza per decidere il nuovo professionista sarebbero servite solo a ratificare l’accordo che qualcun altro (forse il vice sindaco Lucio Simonelli) aveva già preso. A quanto pare la scelta sarebbe avvenuta senza nemmeno confrontare i curriculum presentati al bando, nonostante ci fossero altri professionisti considerati molti validi.
Insomma un intreccio di interessi contrastanti starebbe logorando l’esecutivo e soprattutto il ruolo di mediatore del primo cittadino.

26