Terreni agricoli abbandonati, partono le prime diffide – Per la manutenzione non ancora eseguita

ARCE – Terreni in stato di abbandono, partono le prime diffide.
L’ordinanza sindacale dava tempo fino al 6 giugno scorso per poter bonificare i fondi lasciati senza cura.
In particolar modo l’amministrazione comunale del sindaco Roberto Simonelli aveva chiesto alla Polizia Locale un giro di vite al fine di salvaguardare la pubblica incolumità da possibili incendi, dalle erbe infestanti e dalla recettività di animali pericolosi per la salute dell’uomo. Subito dopo la scadenza dei termini previsti nell’atto sindacale, il responsabile del servizio della Polizia municipale ha diffidato, con un avviso pubblico, i proprietari della strade Borgo Murata, Campanile, Campostefano, Collealto, Colleolivo, Collenoci, Fontanelle, La Costa, Madonnelle, Puzzaca, Santa Giusta, Stazione, Tramonti e Valle avviando contestualmente il procedimento per l’esecuzione coatta.
La sanzione amministrativa per tale inadempienza è piuttosto salata e va dai 103,29 euro ai 516,46 oltre al pagamento delle spese sostenute dall’amministrazione per il ripristino dello stato dei luoghi.
 

15