Torna dall’America per cercare le origini della sua famiglia – Il sindaco: ‘E’ un tassello della storia di un’emigrazione dura maricca di speranza’

COLFELICE – Un viaggio nella storia, quella personale e quella di un’epoca, per riscoprire le proprie radici italiane: è lo scopo della vacanza della signora Patricia Palermo, che è partita da Washington insieme al marito Charles Crew per essere oggi a Colfelice, uno dei luoghi di provenienza degli antenati emigrati in America. E il paese, nella figura dell’amministrazione comunale, sarà presente per ospitarli e permettere loro di far sentire il richiamo delle origini.
I bisnonni di Patricia, infatti, approdarono sulle coste statunitensi agli inizi del ‘900 quando, insieme a tanti altri italiani, furono costretti a lasciare l’Italia alla ricerca di lavoro e di migliori condizioni di vita. «Quel loro viaggio – ha commentato il sindaco Bernardo Donfrancesco – è un tassello della storia di un’emigrazione dura e a volte amara, ma ricca di speranza e di calore umano, come hanno testimoniato tanti libri e tanti film. E’ il ricordo di gente semplice, laboriosa, tenace, sorretta dall’amore del lavoro e da profonde tradizioni morali e religiose. Oggi i discendenti di quei pionieri dell’emigrazione italiani nel mondo sono cittadini perfettamente inseriti, ad ogni livello, nella società americana, ha aggiunto il primo cittadino – ricoprono spesso posti di prestigio nelle istituzioni pubbliche e private, ma non hanno dimenticato le loro radici (le loro roots, come amano dire) e non smettono di sentirsi italiani, di amare l’Italia».
La signora Patricia è un’apprezzata psicologa che vive nel Mariland, alla periferia di Washington, dove si occupa di consulenza di lavoro professionale. Ha preparato al meglio il suo viaggio in Italia e, per rendere più intensa e piacevole la sua permanenza a Colfelice e in Ciociaria, si fa accompagnare da Danila Bracaglia, un’esperta di guida ciociara di lingua inglese. Oltre al sindaco, ad accoglierla in Comune saranno tutti i consiglieri comunali, il parroco e le famiglie di origine (Palermo e Passatelli) e i numerosi cittadini. Un discendente della famiglia della bisnonna, Giuseppe Renzi, è appositamente arrivato da Parigi. I suoi bisnonni si chiamavano Antonio Palermo, nato a Coldragone (Roccadarce) il 12 maggio 1877, e Angela Passarelli, nata a Coldragone (Roccadarce) il 12 dicembre 1886, a loro volta i figli di Eleuterio Palermo e Bernardo Falcone e Tommaso Passarelli e Annamaria Palermo, tutti residenti in piazza dei Risorti, l’attuale piazza del Duca. Tommaso Passarelli era un piccolo imprenditore edile del posto: agli atti dello stato civile è indicato come “fabbricatore”. Antonio e Angela Passarelli si sposarono il 21 dicembre 1907 e qualche anno dopo emigrarono in Canada. Poi la famiglia dal Canada passò negli Stati Uniti.
Una storia, quella di Patricia, che è davvero di tutti noi, di un popolo che ha avuto un importante passato di emigrazione, e che dimostra come oggi quel bagaglio di valori e di cultura non sia solo insito negli emigrati “attivi” ancora in vita ma anche nelle seconde e terze generazioni, affascinate dal desiderio di scoprire le origini.

19