Trasferta difficile ed equilibrata, ma … – Nella galleria fotografica le foto di Franco Germani

Terza giornata d’andata del campionato di promozione, girone D,  l’Arce si reca a far visita in quel di Minturno, trasferta difficile e poco decifrabile per le nostre tante assenze che ancora non permettono un assetto tattico definito, la non completa forma fisica di alcuni elementi che dovrebbero sorreggere il centrocampo e non trascurabile il ruolo di un Minturno da zona medioalta della classifica. L’incontro si dispone da subito, con il Minturno in attacco a dettare le regole di gioco, infatti le occasioni migliori sono dei padroni di casa, l’Arce tenta di ribattere i colpi sfiorando addirittura il vantaggio al 15° del primo tempo con Manco dalla sinistra per Patriarca che al volo sfiora il palo sinistro, si ripetono al 30° sempre con Patriarca con un preciso colpo di testa, servito da Bianchi, e stavolta è la traversa a dire di no. Comunque come già detto, è il minturno che spinge in modo forsennato, ed al 44°, dall’ennesimo calcio d’angolo, stacca il 5 che insacca su schiacciata alla sinistra dell’incolpevole M. De Santis, successivo grande protagonista dell’incontro, tutto regolare e rispecchiante l’andamento del primo tempo.Si rientra in campo, i padroni di casa riprovano il copione del primo tempo, ma non fanno i conti con le energie spese nel primo tempo, cedono terreno a vista d’occhio, l’Arce viene fuori man mano, Ricci si fa vedere molto presente sulla fascia, Manco, trascina palloni buoni verso la trequarti avversaria, Patriarca, trascinatore infaticabile, sostiene un centrocampo forse poco convinto dei propri mezzi, Campolo e De Luca a sorreggere le nostre punte con grande impegno, ed è proprio De Luca, al 12° del secondo tempo, da un fallo laterale dalla destra, cros in area piccola dell’onnipresente Domenico Ricci, incorna di testa e pareggia alla sinistra del portiere, 1 a 1. L’Arce continua il suo pressing mettendo alle corde i Minturno con conclusioni pericolose, come la spettacolare traversa al 18°, su colpo di testa del grande Patriarca che gridare al gol.L’Arce continua lasua azione in pressing fino alla fine,alla mezzora prova anche A. Simone, sostituendo Guadagno, non al top della forma, tentando di riprendere il campo, dato il suo tardivo rientro, grossi pericoli non se ne corrono, gli uomini in casacca rossa sono alla fine delle loro risorse fisiche, terminiamo con un pareggio tutto sommato giusto, un punto fuoricasa è un buon risultato. L’Arce si è così schierato: De Santis, Vittorelli, Ricci, Guadagno, Corsetti, Galuppi, Manco, Campolo, De Luca, Patriarca, BianchiA disposizione : Pagliarini, Arcese, Simone, Lombardi, Sarra, Esposito, BelliLa terna di arbitri è di Roma 1: arb. Santoro, ass. Sicari, Scquaccia                                                                                                                         

39
Da: ; ---- Autore: