Trionfo del Cassino in terra siciliana, pareggia l’Isola Liri – Gela – Cassino 2-1, Isolaliri – Vibonese 0-0

I ragazzi del presidente Murolo regalano una gran gioia ai tifosi cassinati imponendosi alla fine di una vera battaglia sul terreno reso viscido dalle insistenti piogge dello stadio di Gela, con una prestazione superlativa di tutta la squadra i cassinati s’impongono per 2 a 1 con tutte le reti nel secondo tempo, prima Mezgour su punizione poi Jefferson in contropiede e sul finire la rete della bandiera per i locali che non cambia il risultato finale.
Alla fine di una settimana molto travagliata il Cassino calcio contro tutte le previsioni si tolgono lo sfizio di un’altra gran prova battendo una diretta concorrente alla corsa dei play off, una vittoria che spalanca orizzonti importanti al gruppo del tecnico siracusano Maurizio Pellegrino tornato al timone della squadra solo lunedì scorso.
Bella la prestazione di tutto il gruppo che ha dovuto rinunciare a diverse pedine ultima quella Bianciardi appiedato dal giudice sportivo, rientrava invece dalla squalifica capitan Martinelli che si riprende la fascia, a far diga ancora Conti e Konè, migliore in campo alla fine e ancora in panca Giannone alle seconda esclusione consecutiva.
Primo tempo alla garibaldina per entrambe le formazioni con il campo che non aiuta le geometrie diventando spesso protagonista, la gara va avanti con azione da ambo le parti tanto da far divertire gli oltre 1500 tifosi giunti allo stadio, da registrare ed elogiare lo sparuto gruppo di tifosi cassinati che si sono sobbarcati moltissimi chilometri per non far mancare il loro incitamento, erano in 10.
Nella seconda frazione di gioco i tecnici non cambiano l’assetto in campo lasciando gli schieramenti inalterati, dopo una partenza sostenuta da parte dei locali, il Cassino approfitta della prima possibilità e su punizione passa, tiro deciso e preciso di Adil Mezgour e passa che s’insacca in rete, seconda rete consecutiva per l’italo marocchino nelle ultime gare entrambe su punizione, bene così.
Il Gela non ci sta e si butta in avanti ma un grande Indiveri e una difesa perfettamente schierata impediscono ai padroni di casa di pareggiare anzi in un’azione di contropiede il Cassino raddoppia con Jefferson che raccoglie un assist di Mez e insacca il secondo goal, apoteosi Cassino 0-2.
La gara vive i minuti finali in apnea, il Gela segna la rete del 1-2 e costringe il Cassino a stringere le fila nei cinque minuti di recupero, ma alla fine la partita termina con la festa dei giocatori in campo e con la dirigenza consapevole senza pericolo di essere smentita che la scelta dell’esonero lampo di Sanderra con il reintegro di Pellegrino sia stata la scelta migliore.
Domenica prima della pausa del 21 marzo partita casalinga contro la cenerentola del torneo l’Igea Virus con la speranza di vedere un bel colpo d’occhio sugli spalti.

Secondo passo falso consecutivo per l’Isola Liri che in casa si fa stoppare dalla penultima forza del torneo quella Vibonese che poco ha offerto in questo torneo.
Il risultato complica la vita alla formazione di Sandro Grossi che rallenta dopo una parentesi entusiasmante facendosi risucchiare nella lotta per evitare i play out.
Due partite casalinghe e un solo punto sui sei a disposizione veramente pochi se si pensa che sul terreno amico molte formazioni blasonate, Catanzaro su tutti hanno lasciato punti, ora bisogna ripartire subito, ma la prossima trasferta sembra proibitiva in casa di una delle due capoliste, proprio quel Catanzaro battuto all’andata per 2 a 0, se non si faranno punti bisognerà guardare anche alle altre formazioni che lottano nelle parti basse con la speranza di risultati negativi anche per loro anche se la gara potrebbe riservare delle sorprese positive per il gruppo isolano.

Max Marzilli

54
Da: ; ---- Autore: