Un colossal tutto da allestire – La macchina organizzativa è in forte ritardo ma stasera si correrà ai ripari

 

ARCE – Passione vivente, massima sinergia tra comune e Pro Loco.
Si è svolta nella tarda serata di mercoledì scorso un’importante riunione organizzativa in vista del Venerdì Santo di Arce.
All’incontro hanno partecipato il presidente dell’associazione turistica Memmo Polselli, il regista Dario De Santis, alcuni dei coordinatori dell’evento, tra i quali Giampiero Marzilli e Carmelino Lancia, l’assessore alla Cultura Brigida Fraioli e l’assessore al Bilancio e capogruppo di maggioranza Marco Marzilli. Il confronto con l’amministrazione comunale, ente coorganizzatore, è stato molto produttivo ed estremamente franco. Sul tavolo gli annosi problemi legati all’esiguità delle risorse che quest’anno rischiavano di far saltare la celebrazione del trentennale.
Un pericolo scongiurato, grazie al piano di sostegno comune manifestato dagli assessori presenti, che hanno ribadito il loro pieno appoggio ad uno dei più importanti eventi del paese e della regione. Il comune nei prossimi giorni predisporrà una delibera di indirizzo con lo stanziamento di un contributo e di una serie d’interventi per garantire la realizzazione della rappresentazione e la sua promozione a livello turistico. L’importo messo in bilancio per l’iniziativa 2011 sarà leggermente ridotto a causa delle contrazioni di bilancio che stanno riguardando tutte le voci d’intervento.
«La Passione Vivente – ha detto l’assessore Marzilli – è la manifestazione di tutti gli arcesi. Metteremo in campo ogni sforzo possibile per garantire la realizzazione di un evento davvero unico nel suo genere».
«La maggior parte delle risorse del mio assessorato – ha detto invece Brigida Fraioli – saranno dedicate a questo appuntamento a cui cercheremo di legare dell’altre iniziative capaci di attrarre visitatori nel nostro paese».
Intanto questa sera, alle 21, presso la sala della banda cittadina, si terrà un’incontro operativo per far ripartire la macchina organizzativa, in forte ritardo.

 

24