Un pari che fa bene – Arce – Pro Calcio Fondi 2 a 2

ARCE – Forse bisogna prendere il momento, nella sua forma più positiva, oggi, ancora una volta le cose si erano messe per i l verso sbagliato, questa volta senza troppe colpe da parte della squadra, i rossoblu Fondani, se pur equivalenti come potenziale tecnico, la classifica dice tutto, si erano trovati la strada spianata, prima da un infortunio del nostro terzino di fascia sinistra, Dalla Bona, sostituito dal tutto fare Cerullo, e poi da un vantaggio al 27° del primo tempo, con un gol abbastanza fortunoso, sul solito errore in un poco ordinato disimpegno difensivo, dove il n. 10 Noccaro scavalcava Di Girolamo anticipandolo di testa nell’area piccola. Cinque minuti dopo entrava in scena il direttore di gara, che concedeva un penalty a favore degli ospiti per un dubbio intervento in area sul n. 9 Martucci, che raddoppiava al 32°.
Lo scenario si fa apocalittico, nonostante si stesse cercando, nelle ultime gare una quadra del cerchio, riuscendoci con fatica, gli episodi a sfavore si moltiplicano, si va al riposo sotto di due reti. Al rientro ci si prepara ad un assalto che potrebbe essere normale, ma il protagonista è sempre l’arbitro, oggi forse non tra quelli migliori, distribuisce ammonizioni, minacce e richiami facendo innervosire di molto gli uomini in campo e tanto per finire al 20° del secondo tempo, forse per qualche parolina fuori posto, magari tollerabile del nostro Casciano che sostituisce l’infortunato Dalla Bona, lo espelle in forma diretta come un appestato. E’ la molla che ha fatto reagire l’Arce in un modo che non t’aspetti, in dieci, con il coltello fra i denti, si prende d’assalto l’area avversaria, il condottiero è Di Pietra, distribuisce palloni verso le punte a non finire, ed è lui stesso al 40° della ripresa ad anticipare Paparello con un delizioso pallonetto di testa per il 2 a 1. Mancano cinque minuti più recupero, ci si può credere, anche perché, un grossolano errore del mister Fondano che toglie un difensore per una punta a dieci minuti dal termine, rende la difesa ospite molto abbordabile, al 49° dopo una prima traversa su calcio piazzato, un tiro da trenta metri del bravo Cerullo, si insacca al sette alto alla sinistra del portiere, è il putiferio, pareggio raggiunto dopo una gara che aveva distribuito sfiga a non finire, la palla al centro ed il fischio finale di arbitro al disotto della sufficienza.

I Tabellini:

Arce: Di Girolamo, Della Bona, Rcci, Caracci, Pagnanelli, Di Pietra, Campolo, Simone, D’Angelo, Grillotti, Cerullo. A disp.: La Valle, Casavecchia, Spiridigliozzi, Casciano, Granieri, Arcese F., Compagnone. All. sig. Mollicone.

Procalcio Fondi: Paparello, Di Fazio, Pannozzo, Soscia, Bove, Stravato, Rosati, Auricchio, Martucci, Noccaro, Minieri. A disp.: Di Cola, Allard, D’Isanto, Marcucci, Parisella, Sepe, Berardi. All. sig. Minieri

Marcatori:  Pc. Fondi – 27° pt Noccaro, 32° pt Martucci (rig.) – Arce  40° st Di Pietra, 49° st  Cerullo

Sost.: Arce  Casciano x Della Bona, Arcese x Simone, Ricci x Compagnone. – Pc. Fondi Minieri x Sepe, Noccaro x D’Isanto.

Amm.: Arce Di Pietra, Cerullo. – Pc. Fondi  Di Fazio, Martucci, Allard, Pannozzo

Espulsi : Casciano (Arce)

Arb. Sig.Pashuko (Albano),  1° ass. sig.Ciucciovino (Ostia),  2° ass. sig Anselmo (Rm. 2)

 

31
Da: ; ---- Autore: