Un secolo di vita – L’anziana sarà festeggiata anche dall’amministrazione comunale. Donfrancesco consegnerà alla vegliarda una targa per condividere lo speciale traguardo

COLFELICE – Ancora una volta il paese festeggia una centenaria.
La signora Domenica Rea oggi giunge all’eccezionale traguardo dei 100 anni.
Nata ad Arpino il 22 agosto 1912 da Mario e Maria Rea, e andata presto in sposa a Giacinto Notarantonio, ne rimase presto vedova nel 1949. Da sola provvide quindi al sostentamento e all’educazione dei figli Mario, Lidia e Domenico. Dal 1980 vive a Colfelice, in via Roma, insieme alla figlia Lidia e al genero Antonio, amorevolmente assistita anche dai nipoti Francesca, Antonella e Gianni, oltre che dagli altri familiari.
Oggi, in occasione dello speciale compleanno, la centenaria sarà festeggiata nell’abitazione della figlia Lidia. Saranno presenti anche i figli Mario, con la moglie Norma e i figli Giacinto e Laura, e Domenico, con la moglie Vera e i figli Luca e Davide, oltre che gli altri amici e parenti. Tra loro anche il sindaco di Colfelice Bernardo Donfrancesco che, a nome dell’amministrazione comunale, consegnerà alla signora Domenica una medaglia d’oro e una pergamena con la seguente dedica: «L’Amministrazione comunale di Colfelice a Domenica Rea Notarantonio, felicemente giunta al meraviglioso traguardo dei 100 anni. Testimonianza di una longevità sana e laboriosa, ispirata ai genuini e nobili principi che caratterizzano il patrimonio civile e culturale della terra di origine, in riconoscimento di una vita contrassegnata da non comune spirito di coraggio e sacrificio e di esemplare dedizione alla famiglia e al lavoro, con stima e gratitudine per i saldi e duraturi legami di affetto e solidarietà con la propria famiglia e con le comunità di Arpino, Isola del Liri e Colfelice, e con i più vivi auguri di altri anni ancora di vita serena e felice».
Agli auguri si unisce tutta la comunità colfelicese e l’intero territorio, a testimonianza della riconoscenza delle giovani generazioni nei confronti delle persone più anziane che, per quanto gravate dagli acciacchi e dagli affanni, documentano la sinfonia e l’armonia della vita.
Negli ultimi anni a Colfelice hanno varcato la soglia del secolo di vita Giovanna Bergagnini Ronzon, Rocco Arcese, Filomena Fraioli Lancia, Lucia Belli Marzilli, Maria Grazia Raso Toselli, ora tutti deceduti, mentre la signora Anna De Cerbo Pecorario è ancora in vita con i suoi 105 anni compiuti lo scorso sette aprile! Sarà lo spirito degli inizi del Novecento, o forse il nome bene augurante del paese, di fatto il comune di Colfelice si annovera tra i paesi più longevi del Cassinate. E qualcuno, sperando di entrare a far parte della schiera dei vegliardi, comincia a dire che Colfelice è il paese dei centenari, o meglio delle centenarie. Si, perché sono più spesso le signore a spegnere le cento candeline.

21