Una class action contro gli autovelox – Il presidente della Federconsumatori, Gianni Nardone, spiega l’articolo 140bis entrato in vigore dal 1° gennaio

Contro l’abuso degli autovelox la Federconsumatori pensa a un’azione collettiva.
«Dal 1° gennaio 2010 è entrato in vigore l’articolo 140-bis del codice del consumo – spiega Giovanni Nardone presidente della Federconsumatori -. Sulla carta, si tratta di una straordinaria occasione per rendere effettiva la tutela dei consumatori in tutte quelle situazioni nelle quali si controverte per importi di valori contenuto e per questo generalmente si preferisce rinunciare alla difesa dei propri diritti. Questa nuova opportunità potrà dare una svolta alle questioni riguardanti gli autovelox nella nostra provincia, per cui come Federconsumatori abbiamo deciso di dare mandato alla nostra consulta legale provinciale di provare a verificare la possibilità di realizzare una class action in tal senso. I legali che intenderanno porre in atto azioni collettive avanti al giudice di pace competente aventi ad oggetto l’opposizione ai verbali di accertamento sulla zona di Ferentino, Ceprano, superstrade e strade regionali, sulla base di motivi giuridicamente fondati ed acclarati dalla Corte di Cassazione, potranno col nuovo strumento anche mitigare l’inasprimento dei costi previsti, attraverso il cosiddetto “contributo unificato”. L’associazione ravvisa, tuttavia, che a fronte dell’azione collettiva tale costo potrà essere solidamente sopportato da tutti i soggetti che aderiscono riducendosi a un piccolo importo di molto inferiore».

96
Da: ; ---- Autore: