Una tessera per lo sportivo – Per il consigliere di opposizione questo porterebbe più introiti per alle casse comunali

ROCCA D’ARCE – E’ questa la proposta del consigliere di minoranza Antonello Quaglieri che, in una nota, scrive al sindaco di Rocca d’Arce. Secondo Quaglieri, l’attività sportiva deve essere favorita dalle nuove strutture e non deve rappresentare solo un onere per  collettività. La gestione degli impianti deve favorire l’accesso ai cittadini in particolar modo ai residenti del paese. L’attuale tariffa oraria contrae il normale afflusso ai campi riducendo di fatto la pratica sportiva. Favorire l’accesso ai campi di calcetto e tennis – ha continuato Quaglieri – con tariffe agevolate per i residenti 

 

consentirebbe anche un maggior introito alle casse comunali dovuto all’aumento di coloro che li frequentano». Per questi motivi, il consigliere di opposizione propone di rimodulare le attuali tariffe attraverso l’istituzione di una “tariffa dello sportivo” che: «Ha un costo di 25 euro – ha concluso il consigliere di “Rinnovamento per Roccadarce” -; dà diritto a 10 ingressi, ciascuno equivalente ad un’ora di attività sportiva; è valida solo per il nominativo indicato e dura un anno».

 

 

 

R.Martino 
34
Da: ; ---- Autore: