Uno zero a zero promettente – La novità del mister e le nuovi impostazioni della squadra hanno fatto vedere un nuovo gioco

Prima di ogni commento, un grande augurio di buon lavoro al nuovo mister Roberto Patriarca e grazie di cuore a mister Rotondi per tutto quello che ha fatto per i colori gialloblu, a cominciare dal raggiungimento del passaggio in promozione, comunque uno spogliatoio più unito e attaccato ai nostri colori, sicuramente sarà garanzia di maggiori risultati, tutto questo, siamo sicuri che Roberto potrà farlo, in bocca al lupo mister, e sicuramente il lupo creperà. La nuova panchina ha fatto vedere fin dalle prime azioni, una diversa impostazione, i nostri ragazzi, pur giocando fuori casa hanno dato il massimo impegno mettendo alle corde un Priverno voglioso di intimidire una nuova matricola che si presenta per la prima volta ad un campionato di promozione, a confronto con società che militano da anni in tornei molto più importanti dei semplici campionati di 1° cat. ect., dove siamo sempre stati.

Si parte con un primo tempo, dove, dopo le prime battute a favore del Priverno, l’Arce impone immediatamente il proprio gioco, questa volta gli esterni avanzati Campolo e Belli sono padroni della fascia, Corsetti e Vittorell, esterni arretrati spingono con continuità, Galuppi, Guadagno e Simone, quest’ultimo ormai, quasi al top della forma, tengono il centrocampo in modo autorevole tanto che lo stesso Alessandro è sempre in doppia marcatura, Esposito e la grande speranza De Luca sono le spine nel fianco delle intimorite casacche azzurre, eccetto un episodio su un calcio da fermo del Priverno, dove di testa il forte n. 9 sfiora il gol, non ci sono altri episodi da ricordare.La ripresa riprende lo stesso andamento del primo, l’Arce spinge per tentare di far sua la partita, lo meriterebbe ampiamente, intorno al ventesimo del 2° secondo tempo, De Luca prima e Campolo dopo, fanno gridare al gol, ma è solo un’illusione ottica, il primo sfiora il palo alla sinistra del portiere, il secondo si lascia ribattere un tiro ravvicinato dall’area piccola, si va avanti macinando gioco a ripetizione, mala fortuna oggi non è dalla nostra, e gli avversari ci trascinano verso un pareggio che forse ci sta un po’ stretto, ma va bene così, un  punto fuori sempre un buon risultato.

Gli schieramenti:
Priverno: Perretta, Cecconi, Arquati, Rosati, Paniccia, Pedrozzi, Sampaolo, Minetti, Vattucci, Parisella, De Santis – a disposizione: Matrasec, Locaterlli, Frabotta, Pellino, Csabui, Casale, Sannino
Arce: De Santis, Corsetti, Vittorelli, Pagnanelli, Galuppi, Gudagno, Campolo, Simone, Esposito, De Luca, Belli  a disposizione: Pagliarini, Sarra, Ricci, Cinelli, Lombardi, Proia, Patriarca
Arbitro sig. Potenza di Roma
1Ass. ti : sig. ri Ferroni – Raganelli di Roma 1                                                                                      

Le foto della galleria sono di Franco Germani

51
Da: ; ---- Autore: