Venezia dopo la battaglia trionfa su Veroli in gara 5, 82-77 – Alla fine dopo una battaglia di rara intensità e bellezza Venezia abbatte le resistenze di Veroli e vola in finale, onore ai ciociari che hanno cercato in tutte le maniere di contrastare gli avversari che alla fine vincono la serie e in finale giocherà contro Casal Monferrato

Venezia con il dubbio Young, Veroli con Kavaliuskas alle prese con la fascite, Iannilli con la caviglia malconcia comunque tutti abili e arruolati.
Sfida senza appello gara 5 non concede altre possibilità, chi perde rimane alle falde della gloria, chi vince invece può addirittura sperare di fare il salto di categoria senza dover vincere la finale ma questa è ancora tutta un’altra storia ora la partita.
Subito in campo per Veroli Penn, Rosselli, Gatto, Kavaliauskas e Jackson Venezia sceglie Clark, Allegretti, Di Giuliomaria, Slay e il claudicante Young che non ci mette molto a far capire a Veroli che lui questa gara la vuole vincere subito una bomba da tre in risposta ai primi due punti di Rosselli. Ancora da tre Clark.  Prende la mira anche Penn che segna da tre, la gara è subito proiettata su risultati importanti si segna in tutte le maniere e si commettono falli duri, subito 4 falli di squadra per i ciociari, Cavina sul 13-9 chiama time-out. Al rientro subito Slay con Gatto che non si lascia pregare. Venezia mantiene un buon vantaggio grazie alla tripla in transizione di Clark, la seconda per lui 21-13 dopo 8 minuti. Jackson 2/2 dalla lunetta e contropiede per altri due punti per il meno 4. Il primo parziale si chiude con Venezia in vantaggio 25-19.
Penn, Rosselli, Rossetti, Jackson, Brkic per Veroli, Causin, Bryan, Clark, Maestrello e Meini, proprio l’ex di turno spacca la partita in partenza di quarto, bomba e tiro da due in successione 5 punti per lui, Rosselli per Veroli ma è ancora il tiro pesante a fare la differenza per i lagunari Maestrello da tre con il massimo vantaggio 33-22. Penn seconda tripla e gara che sale di intensità, Rullo entra in gara canestro e fallo commesso. Clark in doppia cifra con Slay molto vicino, intanto Rosselli è costretto a lasciare il parquet per farsi curare dai sanitari ciociari, questa non è una buona cosa per Veroli. Young allo scadere dei 24’’ secondi piazza la tripla, settima per i veneziani. Gatto anche lui da urlo tripla n^ 2 per lui e 4^ per i ciociari, 42-34 a meno di 4’ dalla fine. Binetti entra la posto di Rullo che fa arrabbiare Cavina per passi. Rossetti 2/2 dalla lunetta, Sbaglia Meini da tre ultimo possesso per Veroli, Di Giuliomaria fa fallo su Brkic, time-out di Mazzon  2/2 per il cesenate ciociaro e Veroli a meno 6, 46-40.
La notizia migliore al rientro sul parquet la riceve Cavina ch potrà contare su Rosselli, fasciato ma a disposizione, il tecnico ciociaro sceglie Brkic, Jackson, Penn, Rosselli e Gatto, per Venezia Allegretti, Slay, Di Giuliomaria, Bryan  e Young subito in doppia cifra da due, Brkic a canestro per Veroli. Ora Venezia gestisce il possesso della palla potendo contare su un discreto vantaggio che aumenta grazie alla bomba di Clark per un  parziale di 7 a 0, vantaggio in doppia cifra per gli amaranto 53-42 a 6’30’’ dalla fine. Rosselli sbaglia da sotto Venezia ringrazia e con Allegretti 2/2 dalla lunetta massimo vantaggio per i veneti 55-42, +13. Time-out di Cavina per cercare di scuotere i suoi visto che la distanza tra le due formazioni comincia ad essere marcata, 58-44 con il 2/2 di Slay dalla lunetta. Penn tripla per reagire ma Slay li sveglia in modo brusco anche per lui la tripla che lascia le cose come prima. Tre uomini per Venezia in doppia cifra a questo punto della gara, Slay, Clark e Young, mentre il solo Penn dall’altra parte. Caos sulla sirena con un tiro da tre non concesso a Veroli che poteva cambiare il risultato, 67-55.
Ultimo parziale che vede Veroli dover inseguire primo possesso granata con gioco potenziale da tre di Slay e vantaggio al massimo in questa partita 70-55. con 9’ minuti da giocare ora serve un miracolo per Veroli, Jackson da tre per sperare. Subito una tegola per Venezia 5° fallo per Bryan che esce a 8’ dalla fine. Clark con la tripla n°4 Venezia a +15. Veroli sbaglia sotto il canestro visto che lascia il palcoscenico agli avversari Allegretti 2 per lui e Slay lo imita 77-60 a 5’24’’.Gatto da tre
Veroli sulle ginocchia cominciano a farsi sentire le fatiche della precedenti sfide ma il cuore ancora li sorregge, Kavaliauskas e Penn in successione riportano i ciociari a meno 10. Tre secondi per Lechthaler e sulla ripartenza fallo su Rosselli palla a Kavaliauskas che deposita a canestro e subisce fallo, 77-70 a 3’28’’.Sbaglia Clark ma Rosselli commette fallo in attacco, Penn pazzesca bomba e tredici punti recuperati per Veroli. 5° fallo per Di Giuliomaria e Veroli sugli scudi. Gatto1/2 dalla lunetta ma sul rimbalzo ancora fallo a favore di Veroli Penn dalla lunetta 2/2 e 77-76.
Young da tre sulla sirena, succede di tutto Penn 1/2 dalla lunetta 80-77, vietato ai deboli di cuore.Ultimo minuto Young si fa male al polso per una scivolata banale per lui polso rotto. 43’’ da giocare con una tripla di differenza. Sbaglia Veroli e Venezia va in lunetta con Clark, 1/2 per lui, passi per Jackson e Venezia assapora il trionfo che arriva con il punteggio fissato sul 82-77, complimenti a tutti partita emozionante e spettacolare

Parziali: 25-19, 21-21, 21-15, 15-22

UMANA VENEZIA: Slay 23, Clark 21, Allegretti 6, Di Giuliomaria 4, Young 17, Stafanin n.e. Causin 0, Meini 7, Jovancic n.e. Lechtaler 0, Maestrello 3, Bryan 1, Coach Andrea Mazzon

PRIMA VEROLI: Rosselli 4, Penn 19, Gatto 13, Kavaliauskas 13, Jackson 11, Fontana n.e. Iannone 0, Rullo 4, Rossetti 7, Iannilli 0, Brkic 6, Binetti 0, Coach Denis Cavina

 

24
Da: ; ---- Autore: