Veroli batte Venezia e si avvicina alla vetta – Soddisfatto Cancellieri. Buona la prova di Draper (20 pt)

Finisce con + 5 punti a favore di Veroli, 89-85 la sfida contro la Umana Reyer di Venezia, due quarti di gioco per parte con Veroli che allunga all’inizio della ripresa scavando un solco che non viene più ricucito dagli ospiti, miglior realizzatore della gara Davis e Janicenoks con 22 punti per Veroli invece Draper miglior cecchino con 20 punti.
Troppo forte per Venezia che torna da Frosinone a mani vuote.
Niente punti ma una prestazione comunque confortante su uno dei campi più difficile della Legadue. Una sfida durante la quale gli orogranata hanno comunque fatto vedere ulteriori progressi. Dopo un avvio da incubo gli uomini di dell’Agnello si riportano in partita nel secondo quarto ma l’equilibrio dura fino a metà gara perché al rientro in campo Veroli trova quel break che le consente di creare un solco poi amministrato fino alla fine. Orogranata che iniziano con Garris, Di Giuliomaria, Meini, Davis e Rinaldi contrapposti a Draper, Gatto, Rosselli, Nissim, Hines. Non parte nei migliori dei modi la Reyer che subisce in apertura un 9-0 dai padroni di casa. Dopo 4′ il punteggio è di 17-5. Una bomba di Garris vale il 20-14 che sa di riscossa e subito dopo gli orogranata vanno anche sul 20-16. La Reyer c’è e inizia una nuova partita. La seconda frazione è infatti tutta all’insegna dell’equilibrio con gli orogranata che in alcune occasioni riescono anche a mettere il naso avanti. Protagonisti della rimonta reyerina Garris, Davis e Janicenoks, recuperato dopo l’influenza. Riprende il gioco dopo l’intervallo e si ripete il copione dell’avvio di gara. Morale Veroli, trascinata da Draper va sul +10 (56-46) in pochi minuti. I padroni di casa di fatto amministrano il vantaggio fino alla fine della partita distribuendo bene i punti tra tutti gli effettivi, arrivando alla fine con sei giocatori in doppia cifra. La Reyer infatti accorcia più volte lo svantaggio ma non riesce mai a trovare il canestro che la riporterebbe a contatto. Di contro quanto sente il fiato sul collo Veroli trova sempre il canestro pesante che respinge l’assalto reyerino. Di fatto il -5 finale è l’ennesimo assalto maturato nelle ultime azioni, ma il tempo non c’è più e vale solo a ridurre il passivo finale.

Parziali:24-21,44-40,72-62,89-84

Prima Veroli: Draper 20, Rossi 12, Gatto 12, Simeoli, Rosselli 13, Plumari ne, Nissim 11, Bushati ne,Gigena,Foiera6,Fall.ne,Hines12.All.Cancellieri

Umana Reyer: Maxwell 2, Garris 12, Causin 4, Allegretti 2, Di Giuliomaria 4, meini 3, Janicenoks 22,Davis.22,Ceron.ne,Rinaldi.13.All.Dell’Agnello

74
Da: ; ---- Autore: