Veroli distratta si fa sorprendere in gara 2 da Sassari che pareggia la serie, 1-1 – Prima Veroli- Banco di Sardegna Sassari 88-90 Parziali: 22-22, 27-25, 19-26, 20-17

Una Veroli che non ti aspetti si fa sorprendere in gara due delle finali scudetto dalla Dinamo Sassari che si riscatta prontamente dalla sconfitta di domenica scorsa e con una gara attenta e precisa costringe i ciociari a lasciare la seconda gara di finale.
Con un palazzetto gremito in ogni ordine di posti e ben la capacità prevista i ragazzi di Cancellieri non riescono ad infliggere il colpo mortale agli avversari che ora addirittura possono avere la possibilità nelle due prossime gare casalinghe di chiudere il conto a loro favore.
Coach Sacchetti questa sera ha avuto a disposizione un Kemp mostruoso suoi 30 punti personali  con 39 di valutazione, ottime le percentuali anche dei vari Vanuzzo 18 e Hubalek 17, per i padroni di casa solo Hines 22 e Nissim con 20 hanno tenuto fede al loro prestigio gli altri sotto tono anzi non pervenuti come nei casi di Foiera, Gigena e Rosselli mai in partita e addirittura fuori prima del tempo per raggiunto limite di falli.
Alla fine di quattro tiratissimi quarti ha la meglio la Dinamo che sfrutta le debolezze dei padroni di casa rimanendo sempre avanti e sprintando quando era necessario prima di riaprire la gara negli ultimi istanti che potevano costare carissimo, palla nelle mani di Nissim a 3 secondi dalla fine con due punti di vantaggio.
Finale mozzafiato all’ultimo soffio,   -2 Veroli a 50” dalla fine, caos totale, prima Kemp e poi Vanuzzo sbagliano due bombe da tre. La prima si rialza, fallo su Nissim, e poi di nuovo su di lui a 6” dalla fine, la Dinamo sfrutta il fatto di non avere il bonus. Veroli cerca le mani che hanno innescato una rimonta che difficilmente si vede sui parquet, quelle del suo franco/israeliano che sbaglia da posizione centrale, ma  Ivan Gatto spunta dal nulla e si prende il rimbalzo su tutti, anche il fallo, liberi per lui: fuori il primo, sbaglia volutamente il secondo, Baldassare si butta sul pallone e prende fallo a 39 centesimi. Pure lui sbaglia il primo e apposta manda fuori il secondo, ma non conta più, la Dinamo fa saltare il banco a Frosinone e si prende il pallino di questa finale che ora pende dalla parte dei sardi con l’amarezza sul viso dei tifosi locali inviperiti su alcune decisioni arbitrali a sfavore dei ciociari.
Tutto rimandato alle prossime due gare in Sardegna con un Palaserradimigi che in gara tre e quattro sarà straripante di 5000 anime assetate di serie A.

Prima Veroli: Draper 9, Rossi 11, Gatto 10, Simeoli n.e. Rosselli 6, Plumari n.e. Nissim 20, Gigena 6, Foiera 4, Fall n.e. Hines 22, Coach Massimo Cancellieri

Banco di Sardegna Sassari: Binetti 3, Kemp 30, Devecchi 14, Manca n.e. Rowe 8, Baldassarre 0, Conti 0, Vanuzzo 18, Colombo n.e. Hubalek 17. Coach Romeo Sacchetti

 

32
Da: ; ---- Autore: