ARCE – In tuta e armati di sacchi neri per dare una mano all’ambiente

ARCE – E’ impressionante la quantità di rifiuti raccolti nel corso della giornata ecologica organizzata domenica scorsa da un gruppo di cittadini.
L’intento era quello di sensibilizzare la gente del paese, soprattutto i più giovani, al rispetto dell’ambiente e al decoro urbano. Un’azione concreta, insomma, in un settore dove molto spesso si fanno tante chiacchiere e pochi fatti. La caratteristica di questa iniziativa, coordinata da Danilo Panciocco che nelle scorse settimane ha promosso anche una mostra-convegno sul degrado ambientale, è che non ha colore. Cioè, nasce spontaneamente da un gruppo di cittadini che sono consapevoli della necessità di impegnarsi per difendere l’ambiente in cui vivono. Nessuna associazione, ente, partito o organizzazione. Tutto è rimesso al senso civico degli abitanti del posto che, muniti di guanti e sacchi neri, si rimboccano le maniche per ripulire una o più zone. Domenica scorsa sono state “bonificate” alcune strade e fossetti della contrada Valle. Un luogo dove gli arcesi solitamente vanno a fare jogging o più semplicemente una passeggiata all’aria aperta e dove spesso è facile incontrare cumuli di immondizia di tutti i generi, da materiale inerte a pneumatici, vecchi mobili e semplici rifiuti domestici.
«Purtroppo – dice uno dei volontari – abbiamo costatato che gli incivili che abbandonano rifiuti lungo le strade di campagna e in periferia non demordono. Bisognerebbe pensare all’introduzione di qualche sistema capace di dissuadere che abbandona i rifiuti e per incastrare chi non si fa scoraggiare neppure dai rischi ai quali va incontro continuando a comportarsi da incivile».
«Non è accettabile il gesto di abbandonare i rifiuti ingombranti. Basta infatti chiamare il numero verde della ditta appaltatrice del servizio e nel giro di qualche giorno vengono a ritirarli a casa».

59
Share Button