FONTANA LIRI – Il ricordo del grande Marcello rivive nel ritratto di Placido

FONTANA LIRI – Con la straordinaria partecipazione del famoso attore-regista Michele Placido, una parte dell’aristocrazia del cinema, per un giorno, si è trasferita a Fontana Liri. Una platea attenta e interessata ha seguito, nella sala Golden di “Poggio Antico”, in via San Salvatore, i momenti conclusivi della XV edizione “Omaggio a Marcello Mastroianni”.
La manifestazione, promossa e organizzata con il contributo della Regione Lazio e il patrocinio del Comune, in stretta collaborazione con il “Centro Studi” intitolato all’attore fontanese, si è svolta per celebrare il ventesimo anniversario della scomparsa dell’attore, nato a Fontana Liri il 28 settembre 1924, deceduto a Parigi il 19 dicembre 1996.
Tra i presenti, il sindaco Gianpio Sarracco, il delegato alla Cultura Sergio Proia, il vice sindaco Barbara Battista, il consigliere comunale Gianfranco Rauso, il sindaco di Colfelice Bernardo Donfrancesco, l’attrice Susy Mennella. Al microfono il direttore artistico Gerry Guida e la presidente del “Centro Studi” Santina Pistilli, per riassumere le numerose iniziative. Proiettato il documentario “Il magico paradosso”, opera del regista Riccardo Mazzon, con introduzione del giornalista Paolo Mieli. Clou della serata, poi, l’incontro con Michele Placido accolto da applausi. Intervistato da Gerry Guida, l’attore ha ripercorso la storia artistica, l’amicizia con Marcello e il suo ruolo nel cinema e nella società.
Per la I edizione del premio “Città di Fontana Liri” il sindaco ha consegnato a Michele Placido un riconoscimento alla carriera.
«Mastroianni era sempre lui, – ha detto Santina Pistilli – un uomo come noi, e cosi lo amavamo, per quella sua tenerezza malinconica, la sua umanità ironica, la sua impalpabile sicurezza».

Share Button