ROCCA D’ARCE – Imposte e tariffe della Tari contestate. L’opposizione sale sulle barricate

ROCCA D’ARCE – Sul via libera alla variazione di bilancio l’opposizione non ci sta. I consiglieri Antonello Quaglieri, Mario Lancia e Tiziana Di Folco protestano con il sindaco Pantanella e la sua giunta.
Lamentano il mancato inserimento all’ordine del giorno del Consiglio del punto richiesto (la lettura e l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, in particolare quella del 18 maggio scorso relativa all’approvazione del piano finanziario della Tari.
«Ormai è consuetudine ignorare tali richieste – protestano i consiglieri in una nota – nonostante la legge prevede che, in caso di richiesta di un quinto dei consiglieri, il presidente del Consiglio comunale non può sindacare l’oggetto, poiché spetta allo stesso Consiglio valutare l’ammissibilità delle questioni da trattare. Non comprendiamo quali siano le difficoltà a compiere tale pratica».
Per l’opposizione «alla Tari ordinaria 2016, all’Imu e alla Tasi si sommerà per tante famiglie anche il regalone che qualcuno ha pensato per loro. Importi che invece si sarebbero potuti spalmare in più anni».
Da qui la richiesta di posticipare i termini di pagamento.

Share Button