FONTANA LIRI – La viticoltura come opportunità di sviluppo

FONTANA LIRI – Sfruttare il territorio nel segno della viticoltura. Questo, in sintesi, il tema conduttore dell’interessante convegno “La viticoltura oggi, opportunità per domani”.
L’incontro si è svolto nei locali del Centro Polivalente di via Fiume, alla presenza di un folto pubblico formato soprattutto da giovani. Il sindaco Gianpio Sarracco dopo il saluto degli ospiti ha presentato l’ingegner Marco Marrocco, titolare dell’azienda vinicola “Palazzo Tronconi” con sede ad Arce. Con dovizia di particolari, prima ha ripercorso la storia della sua azienda e poi ha svelato la sua passione per i vitigni autoctoni locali. In proposito si è soffermato sulla coltivazione scientifica della vite, con le varietà più conosciute: Lecinaro, Pampanara, Maturano e Capolongo. Spiegate, di conseguenza, le tecniche di lavorazione innovative e sostenibili, a basso impatto ambientale, oltre la riqualificazione e tipologia di prodotti.
Marrocco, intanto, si è detto disposto ad acquistare la produzione delle uve, con le giuste caratteristiche organolettiche. Un modo, insomma, per riavviare e riaccendere l’interesse dell’agricoltura. Sull’argomento specifico ampia relazione del dottor Annibale Gozzi, vero esperto enologo e agronomo. Per favorire gli agricoltori è stata illustrata la possibilità di accedere ai finanziamenti europei. Un’idea di sfruttare, anche accorpando terreni per impiantare vigneti di qualità. Le norme da seguire e l’assistenza diretta dell’azienda “Palazzo Tronconi” facilitano di molto il piano operativo che racchiude reali caratteristiche di redditività. Si tratta, in ogni caso, di una valida opportunità di lavoro.
Potrebbe arrivare cosi, proprio dal territorio, la risposta alla crisi occupazionale, in particolare per i giovani disposti a sposare il progetto della viticoltura.

Share Button