ARCE – Due itinerari turistici da visitare e “gustare” con ViviCiociaria

ARCE – Doppio appuntamento con le bellezze del paese. Per oggi alle 15 e 30 l’associazione ViviCiociaria propone due particolari itinerari turistici con tanto di aperitivo culturale.
La guida Matteo Zagarola condurrà i partecipanti alla scoperta di due luoghi particolarmente cari ai cittadini del posto. Si tratta della torre di Sant’Eleuterio: luogo di confine e fortezza militare napoletana, e dell’antica Ciaia, strada ciottolata che raccorda la parte bassa del paese al centro storico.
«Ci perderemo nelle atmosfere di pietra del paese vecchio – ha detto Zagarola – visitando anche le chiese principali. Storie, luoghi, particolarità di uno dei centri più “nascosti” della provincia di Frosinone, insomma un mini tour che si concluderà con un gustoso aperitivo a base di prodotti tipici locali e dell’ottimo vino».
E proprio nell’ottica di rilanciare la proposta turistica e la valorizzazione del paese, l’amministrazione comunale ha dato incarico, nelle scorse settimane, alla ditta specializzata Carlo Ciolfi di restaurare una delle strade più belle di Arce, ossia la via Antonio Simonelli, meglio conosciuta come “La Ciaia”.
«Questa strada – ci ricorda l’avvocato e storico arcese, Ferdinando Corradini – fu realizzata alla fine dell’Ottocento per agevolare i movimenti dei pendolari che dal centro di Arce andavano a lavorare al polverificio di Fontana Liri, che era stata aperta da poco proprio su interessamento del parlamentare Federico Grossi».

Share Button