ARCE – Manutenzione loculi, è scontro

L’ex sindaco di Arce Luigi Germani

ARCE – Lavori di copertura dei loculi cimiteriali, l’ex sindaco Luigi Germani invita i cittadini a non pagare.
E’ scontro aperto tra il consigliere d’opposizione e il sindaco Roberto Simonelli sulle spese di ristrutturazione sostenute dall’ente di via Milite Ignoto e in particolare richieste ai titolari della concessione. In queste settimane, infatti, numerosi cittadini arcesi si sono visti recapitare una missiva a firma del Responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale.
Si tratta di un sollecito relativo al versamento di una somma quale “contributo” ai lavori di manutenzione delle coperture dei loculi del cimitero comunale ricadenti nei settori P, N, E, F, G, H, I, L e M. Nella lettera si diffida il concessionario a saldare il dovuto entro e non oltre il termine perentorio di dieci giorni dal ricevimento della comunicazione. In caso di omesso pagamento, il Comune attiverà le procedure per la riscossione coattiva. In realtà, già lo scorso anno l’ente aveva invitato bonariamente i cittadini al pagamento e in precedenza aveva affisso degli avvisi pubblici nei pressi dei settori oggetto degli interventi. Una procedura quest’ultima contestata a suo tempo dall’opposizione e che poi sembrava essere finita nel dimenticatoio. Le ultime ristrettezze economiche che sta attraversando l’amministrazione comunale, però, avrebbero fatto rimettere mano alle pratiche di recupero da parte dell’ufficio preposto. I solleciti non sono sfuggiti al consigliere comunale Luigi Germani che, con un’interrogazione al sindaco, ha chiesto chiarimenti sulla vicenda e, nel frattempo, ha invitato i cittadini a non pagare.
«La procedura adottata – ha detto l’ex sindaco – a mio avviso non è corretta. E’ carente – ha aggiunto – sotto diversi punti di vista. Ma il più eclatante è che non si è mai visto addebitare al titolare di una concessione le spese di manutenzione straordinaria. Per intenderci – ha concluso Germani – è come se il proprietario di un fabbricato richiedesse ai propri inquilini le spese per rifare il tetto».
«Anche in passato quando amministrava il consigliere Luigi Germani – ha risposto il vicesindaco Gianfranco Germani – è stata adottata la stessa procedura e non ricordo un interessamento dello stesso per una diversa procedura».
Ancor più pesante l’intervento del sindaco Simonelli. «Non si fa bassa speculazione politica su questi temi – ha tuonato – invitando i cittadini a non pagare. I defunti hanno bisogno di rispetto e questo passa anche attraverso loculi che siano in sicurezza e dove non ci piova dentro».

Share Button