ARCE – L’isola ecologica apre all’indifferenziata

ARCE – Il sindaco Roberto Simonelli apre alla Petrucci sull’isola ecologica.
L’esponente della minoranza, in un interrogazione presentata durante l’ultimo consiglio comunale, ha chiesto al primo cittadino di intervenire sul regolamento dell’area attrezzata per modificarlo a ricevere anche i rifiuti indifferenziati.
La Petrucci ha riportato al Consiglio le lamentele raccolte tra i cittadini arcesi. Nella struttura di via Campostefano, infatti, non è possibile conferire i rifiuti indifferenziati, ma soltanto quelli divisi per categoria di smaltimento.
«Sarebbe il caso – ha detto il consigliere di Insieme per Arce Democratica – di rivedere questa disposizione. Per almeno due motivi. Il primo – ha spiegato – è che ci sono molte persone che vengono in paese solo per il week end e quindi, nonostante l’isola sia comunque aperta la domenica mattina, non sanno dove lasciare i rifiuti generici prodotti. Il secondo – ha aggiunto – è che consentire di poter lasciare l’indifferenziato potrebbe voler dire cercare di arginare il triste fenomeno dell’abbandono dei sacchetti lungo le strade poco frequentate».
Insomma, secondo il ragionamento della Petrucci, una politica più permissiva sull’uso dell’isola ecologica porterebbe benefici a tutti. Il sindaco ha raccolto la segnalazione e ha spiegato come il problema fosse già all’attenzione della maggioranza.
«Le isole ecologiche – ha detto Simonelli – rispondono a determinate caratteristiche che non le fanno diventare delle micro discariche. L’amministrazione – ha spiegato ancora il primo cittadino – ha varato un regolamento che vuole qualificare chi si impegna a differenziare correttamente i rifiuti e anzi li divide ancor più maggiormente per le categorie che non sono raccolte nel servizio porta a porta. Tuttavia il problema segnalato dal consigliere Petrucci ci è già noto e approfittiamo di questa occasione per accogliere le sue osservazioni. L’amministrazione, comunque, sta valutando la possibilità di far accettare l’indifferenziato. Non sappiamo ancora con quali modalità. Stiamo superando la cosa con la ditta incaricata del servizio. Sicuramente però l’indifferenziato non sarà accettato tout a court. Gli operatori dell’isola ecologica – ha concluso il sindaco – controlleranno che effettivamente i rifiuti che si vogliono conferire non appartengono alle altre principali categorie della carta, plastica, umido, alluminio e vetro».

Share Button