ARCE – Il prefetto: «Sì all’accoglienza e integrazione. Ma i migranti rispettino le nostre regole»

ARCE – «Sì all’accoglienza e all’integrazione, ma le leggi vanno rispettate da tutti».
Questo è il monito del prefetto intervenuto alla manifestazione che si è tenuta lunedì pomeriggio presso l’istituto comprensivo di Arce, promossa dal locale progetto Sprar per la presentazione del volume “Migranti si diventa”. Il prefetto ha riconosciuto il lavoro che molti compiono nella facilitazione dell’accoglienza e dell’integrazione, ma ha anche sottolineato come la misura ormai sia colma e necessiti di soluzioni urgenti.
«Ormai è evidente che si stia arrivando al punto in cui la legislazione sarà più restrittiva. Oggi – ha aggiunto – il prefetto è angosciato perché lavora contro tutto e contro tutti. La Asl dichiarano inagibili i locali, i carabinieri vanno e assecondano le ordinanze dei sindaci. Ma il prefetto, quando arriva il problema, deve trovare la soluzione perché è un servitore dello Stato, perché deve far rispettare le leggi e cercare favorire l’integrazione di chi arriva da lontano. E’ necessario lavorare per l’obiettivo comune che è quello di salvaguardare la sicurezza del nostro territorio».

Share Button