FONTANA LIRI – L’affondo di Pistilli sul sindaco

FONTANA LIRI – L’ex sindaco Giuseppe Pistilli, oggi consigliere di minoranza, va all’attacco dell’amministrazione guidata dal sindaco Gianpio Sarracco, finito nel mirino dell’esponente di opposizione insieme all’assessore al bilancio Marco Di Ruzza.
Così sciorina un nutrito resoconto per riassumere dieci anni di gestione “Pistilli”. Un elenco lungo e circostanziato sull’attività dei passati esecutivi comunali. Una serie di opere, servizi, azioni e progetti molti portati a termine, altri appena iniziati o in cantiere.
Il tutto condensato poi in un libro a cura dello stesso autore. Insomma, un film già visto e sentito in campagna elettorale, ma poiché “replica iuvant”, la storia è servita come termine di paragone e di confronto con i successori.
I temi, sempre gli stessi, riguardano i problemi irrisolti da anni: pallone tensostatico, caserma dei carabinieri, mulino, stato dei cimiteri, manutenzione cittadina, strade dissestate, messa in sicurezza edifici scolastici e frane.
Addirittura, per quanto riguarda l’illuminazione pubblica saranno spenti quattrocento punti luce per risparmiare. E poi l’aumento delle tasse e, soprattutto, la mancanza assoluta di finanziamenti di ogni genere, nonostante che la Provincia di Frosinone, Regione Lazio e Governo nazionale sono in mano al Pd, appunto il partito del sindaco Sarracco.
«Cari amministratori – ha concluso Giuseppe Pistilli – sapete solo lamentarvi senza concludere nulla», da qui il suo perentorio invito ad «andare a casa». Vedremo se e come risponderanno gli attuali amministratori alle accuse, non certo poche, dell’ex sindaco. O se piuttosto preferiranno la linea del silenzio.

Share Button