ARCE/SPORT – Il “De Santis” premia Ceprano

Il festeggiamenti del Ceprano Calcio

ARCE – Con pieno merito gli Allievi del Ceprano Calcio iscrivono il proprio nome (per la prima volta) nell’albo d’oro del 36° torneo in notturna “Memorial Lino De Santis”. I ragazzi guidati da Gianluca Manzi, con una condotta di gara maiuscola, battono, per 7 a 1, i pari età di Casamari – Veroli. In semifinale il Ceprano aveva sconfitto per 6-0 lo Sporting Pontecorvo, mentre Casamari ha piegato 4-0 l’Arce. La competizione, organizzata con la solita cura dal Milan Club di Arce, il patrocinio della locale amministrazione comunale, del comitato provinciale Figc e dell’associazione culturale Sant’Agostino, hanno preso parte anche la Pro Calcio Isola Liri e Roccasecca TST.

I trofei

Commozione e applausi, nei minuti precedenti la finalissima, per la cerimonia in ricordo di Lino De Santis, il calciatore scomparso a soli diciassette anni a seguito di un drammatico incidente stradale. I capitani delle due squadre Castelli (Ceprano Calcio) e Mastrantoni Sa. (Casamari Veroli), unitamente al presidente del Milan Club, Franco Corsetti hanno deposto un fascio di fiori sulla tomba dello sfortunato atleta arcese. Durante la toccante rievocazione si è levata in cielo la gigantografia di Lino, salutata da un lungo applauso del pubblico. Poi, nel segno del tricolore, l’inno di Mameli e il minuto di raccoglimento. Al termine della finalissima è avvenuta, sul parterre dell’impianto

La gigantografia a ricordare Lino De Santis

sportivo arcese, la premiazione condotta da Patrizio Esposito, con la regia di Franco Corsetti, anche in veste di padrone di casa. Sul palco delle autorità il presidente provinciale Figc Pietrino Tagliaferri, il vice sindaco di Arce e assessore allo Sport Gianfranco Germani, il segretario del Milan Club Marcello Marsella, Marco Lamberti delegato Aia, la signora Loredana figlia del compianto Aldo Cedrone e, ospite d’onore, la signora Maria Luisa De Santis. Dopo aver messo in risalto i valori dello sport e l’aspetto educativo del torneo, la lunga cerimonia di premiazione. Attestati a tutte le squadre partecipanti.

Da sinistra: Patrizio Esposito, Marcello Marsella, Gianfranco Germani, Pierino Tagliaferri e Loredana Cedrone

Premiati, in modo particolare, Il miglior giocatore del torneo Daniele Guglietta (Arce 1932), il capocannoniere Cosimo Di Vaia (Ceprano Calcio) 5 gol, il miglior portiere Matteo Caporuscio (Ceprano Calcio) e la migliore “ala sinistra” Valerio Ranieri (Ceprano Calcio). Il trofeo della 36ª edizione del torneo è stato quindi assegnato alla formazione del Ceprano, mentre la coppa disciplina Aldo Cedrone è andata alla squadra del Roccasecca TST.
A chiusura dell’importante kermesse non sono mancati i fuochi pirotecnici a suggello di una manifestazione, fiore all’occhiello della nostra provincia, che annovera un fiorente settore di calcio giovanile, uno dei più importanti della Regione Lazio.

Share Button